LA CORRIDA Chiediamo che venga messa al bando immediatamente!

0 haben unterschrieben. Nächstes Ziel: 15.000.


Alternative Languages:

dansk    suomalainen    français    ελληνικά    deutsch    english    nederlands    românesc    slovenský    türk    español

ATTENTION: Further European languages will follow

Please ask questions in German or English. Thank you!

LA CORRIDA

Chiediamo che venga messa al bando immediatamente!

È ora di porre fine a questo orribile spettacolo, a questa presunta tradizione. La maggior parte degli europei, informati e al passo coi tempi, esige che venga abolita questa atroce tortura di animali.

Fra le varie attività della nostra civiltà, la corrida è una delle peggiori e più vergognose: un essere vivente viene torturato fino alla morte, tra le urla e gli applausi di migliaia di spettatori.

Info LINKS:
PETA Bullfight

L’Unione Europea, purtroppo, non può intervenire direttamente a causa dell’articolo 13 del TFUE (Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea):

Articolo 13:

citazione:

“Nella formulazione e nell’attuazione delle politiche dell’Unione nei settori dell’agricoltura, della pesca, dei trasporti, del mercato interno, della ricerca e sviluppo tecnologico e dello spazio, l’Unione e gli Stati membri tengono pienamente conto delle esigenze in materia di benessere degli animali in quanto esseri senzienti, rispettando nel contempo le disposizioni legislative o amministrative e le consuetudini degli Stati membri per quanto riguarda, in particolare, i riti religiosi, le tradizioni culturali e il patrimonio regionale.”

Fine citazione:

Questa presunta tradizione della corrida dovrebbe essere considerata più una barbarie che una tradizione degna del XXI secolo. A causa del citato art. 13 l’Unione Europea non può intervenire direttamente.

L’Unione Europea potrebbe tuttavia intervenire tramite le sovvenzioni agricole e i fondi strutturali per conseguire un divieto delle corride.

Proprio su ciò si basa la presente petizione, diretta all’Unione Europea.

La maggioranza della popolazione europea, inclusa la maggior parte degli spagnoli, non vuole più finanziare questo barbaro spettacolo di morte, né in Spagna, né in Francia, né in Portogallo né ovunque avvenga questa assurdità.

L’Unione Europea non sovvenziona direttamente la corrida. Tuttavia, i contadini che allevano i c.d. tori da corrida ricevono una parte dei 55 miliardi di Euro di sovvenzioni dirette per terreni agricoli.

Il partito tedesco Die Grünen stima che ogni anno 130 milioni di Euro delle sovvenzioni vengano impiegati – direttamente o indirettamente – per sovvenzionare la corrida.

Un’articolo di Jost Maurin, pubblicato il 18. 11. 2010 nel quotidiano tedesco “taz” lo conferma:

“Un confronto tra la lista dei membri della federazione di allevatori UCTL (Unión de Criadores de Toros de Lidia) e la banca dati spagnola delle sovvenzioni rendeva evidente (tramite il taz) che nel 2009 circa 200 allevatori (su 1.400 registrati in Spagna) hanno ricevuto approssimativamente 26 milioni di Euro dall’Unione Europea. Questa cifra corrisponde a una media di 130.000 Euro a testa, il 20% della quale a carico dei contribuenti tedeschi”.

Purtroppo, oltre alle citate sovvenzioni agricole bisogna temere che gli Stati membri usino anche altre sovvenzioni dei fondi strutturali per finanziare indirettamente le corride o per l’ammodernamento e il mantenimento delle arene per le corride.

La Commissione Europea responsabile per la realizzazione della politica strutturale, purtroppo, non sarà in grado di dare informazioni concrete sul punto perché sono gli stessi Paesi membri i responsabili della selezione dei progetti promossi. Una prassi più che discutibile.

Ovviamente, anche queste sovvenzioni occulte delle corride sono finanziate dai contribuenti dell’Unione Europea e sono contrarie al sentire della maggioranza dei cittadini europei, come mostrano ripetuti sondaggi. Perciò, i cittadini dell’Unione Europea hanno voce in capitolo.

Non si può imporre ai contribuenti europei il dovere di finanziare il maltrattamento degli animali.

Petizione:

Chiediamo che l’Unione Europea condizioni il pagamento in generale e l’importo delle sovvenzioni agricole e dei fondi strutturali al loro mancato utilizzo per maltrattamenti di animali. Nel caso che con queste sovvenzioni vengano promossi maltrattamenti di animali, esigiamo che le sovvenzioni non vengano pagate o siano ridotte. Poiché la corrida è indubbiamente un maltrattamento di animali, ciò dev’essere chiaro anche a coloro che non s’impegnano per il benessere degli animali.

Viene spesso sostenuto che, a livello amministrativo, è impossibile comprendere se le sovvenzioni finanzino le corride. L’unica conseguenza, perciò, può e deve essere quella di sospendere le sovvenzioni finché non verrà approvato il divieto delle corride!

In fede,

il proponente Hans Joachim Richter e i firmatari di questa petizione internazionale

When the new European Parliament is elected and has incorporated itself, about October / November 2019, this petition will be presented to the EU Petitions Committee as an EU petition.