Diamo la Cittadinanza Italiana a Chinyery

0 hanno firmato. Arriviamo a 75.000.


Emmanuel Chidi Namdi è stato massacrato di botte a Fermo da un ultrà italiano estremista di destra. Emmanuel aveva solo tentato di difendere la sua compagna Chinyery dagli insulti dell'uomo, che l'aveva chiamata "scimmia africana". Ed è stato barbaramente picchiato e ucciso.

Emmanuel e sua moglie Chinyery erano scappati dalla Nigeria, in fuga dai terroristi di Boko Haram. Avevano perso una figlia e tutti e quattro i loro genitori. Morti tutti tranne loro. Emmanuel e Chinyery erano arrivati in Italia attraverso la Libia e durante la traversata Chinyery, che era incinta, aveva anche perso il bambino.

Ora Chinyery, 24 anni, è rimasta completamente sola in un Paese straniero e minaccia di uccidersi. Chinyery sognava solo di avere una vita felice e di diventare medico, prima che il terrorismo e la furia razzista distruggessero la sua vita. 

Mi sento di dover chiedere scusa a Chinyery a nome di tutta l'Italia e vi chiedo di firmare per chiedere al Ministro dell'Interno Angelino Alfano di conferirle la cittadinanza italiana.

Peraltro Chinyery, con un gesto di estrema umanità, ha autorizzato anche l'espianto degli organi del marito. Cosa che potrebbe non andare a buon fine proprio a causa della mancanza di alcuni documenti necessari

Aiutiamo Chinyery! Per farla sentire parte di noi. Per farle sentire che il nostro Paese la accoglie e la abbraccia.

E che non sarà sola



Oggi: Marianna conta su di te

Marianna Lentini ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "#Emmanuel: diamo la Cittadinanza Italiana a Chinyery @angealfa @Quirinale". Unisciti con Marianna ed 55.260 sostenitori più oggi.