Il Museo Filangieri non deve morire!

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Il Museo civico Gaetano Filangieri, collocato lungo Via Duomo a Napoli, nasce dal sogno di Gaetano Filangieri, Principe di Satriano, che nel 1888 decise di raccogliere i preziosi beni della sua famiglia e metterli a disposizione della comunità in un museo per questo detto "civico". Tra questi tesori, si possono vantare opere di Tiepolo, ceramiche giapponesi, armi arabe, vasi attici di quinto secolo e circa ottomila manoscritti rari.

Il Museo ha riaperto nel 2015 dopo anni e anni di chiusura, che rischia di nuovo. Perdere un bene pubblico di questo valore è una sconfitta non solo per il Principe Filangieri e il suo sogno, ma per tutti i napoletani.

Si chiede dunque l'intervento delle autorità statali, che dovrebbero sostenere un Museo civico dalla storia così lunga, dal momento che la comunità da sola non riesce più.



Oggi: Alessia conta su di te

Alessia Amante ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Dario Franceschini: Il Museo Filangieri non deve morire!". Unisciti con Alessia ed 5.423 sostenitori più oggi.