Decision Maker

Stefano Fassina

  • Candidato Sindaco Roma

Stefano Fassina è un economista e politico italiano, deputato della Repubblica Italiana. Corre con Sinistra Italiana.


Does Stefano Fassina have the power to decide or influence something you want to change? Start a petition to this decision maker.Start a petition
Petitioning Valeria Fedeli, Matteo Renzi, Maria Elena Boschi, Stefano Fassina, Dario Franceschini, Paolo Gentiloni, Sergio Mattarella, Beatrice Lorenzin

NO AI DOCENTI ITP IN SECONDA FASCIA!

La situazione è semplice, e cerchiamo di spiegarla in termini semplici e comprensibili da tutti, senza molti fronzoli inutili. Esistono dei docenti, chiamati ITP (insegnanti tecnico-pratici) che possono accedere al mondo della scuola col solo titolo di diploma superiore presso un istituto tecnico o professionale.Gli ITP, fino ad oggi, hanno sempre dovuto seguire lo stesso iter dei docenti classici: terza fascia per supplenze brevi -> abilitazione -> accesso in seconda fascia -> concorso per il ruolo.Ora, invece, tramite un semplice RICORSO, questi docenti si sono ritrovati di diritto in SECONDA FASCIA senza NESSUN TIPO DI ABILITAZIONE.Questo cosa comporta?1. Lo Stato sta quindi dicendo che un DIPLOMA di maturità ha un valenza maggiore di una laurea o di un DOTTORATO: un ragazzo 19enne, neodiplomato, con voto anche molto basso è considerato dallo Stato un Docente con la D maiuscola, idoneo ad insegnare. Un ragazzo invece diplomato, in possesso di laurea triennale e magistrale con 110, e in possesso del titolo di dottore di ricerca (il più alto grado di istruzione, riconosciuto in tutto il mondo) NON È in grado di insegnare, secondo lo Stato italiano.Questo, a nostro avviso, è non solo un messaggio totalmente sbagliato, ma una VERGOGNA, UN'UMILIAZIONE verso chi studia e ha cercato onestamente di seguire il percorso che è stato designato per diventare docente.2. I ricorsisti ITP scavalcano di fatto tutti i docenti in terza fascia. Questo comporta che loro hanno accesso a TUTTE LE CATTEDRE E SUPPLENZE SUL SOSTEGNO.Sappiamo tutti che sia gli ITP che i docenti di terza fascia non abilitati sul sostegno, non hanno appunto nessun tipo di certificazione per trattare con questi alunni. E infatti non diciamo cose come "gli ITP rubano il sostegno alla terza fascia": non è questa la questione, e il sistema del sostegno fortunatamente è già stato riformato con il FIT. Attendiamo quindi una maggiore regolarizzazione.Ma, in ASSENZA di abilitati sul sostegno, vi chiediamo: se aveste un figlio disabile, down, autistico, con qualsiasi tipo di problema, sareste d'accordo ad avere al suo fianco come insegnante di sostegno un neodiplomato, con giusto qualche anno di più di vostro figlio? Un ragazzo che con tutta la buona volontà non ha NESSUNA competenza sul sostegno, che non ha nemmeno un livello di istruzione buono, ma che anzi, magari è stato pure bocciato o è uscito col minimo dei voti?O preferireste che vostro figlio avesse una persona adulta, con un titolo di studio, e con comprovati anni di insegnamento ed esperienza alle spalle?Questo ricorso LEDE I DIRITTI DEGLI STUDENTI BES, DSA, DISABILI.3. La giustizia non è nemmeno equa. Gli ITP che non hanno partecipato al ricorso, per sbadataggine o per dignità propria, si trovano ancora in terza fascia: lo Stato non ha uniformato l'esito del ricorso, per cui abbiamo ITP in terza fascia e ITP in seconda. I primi, ovviamente, scavalcati da centinaia di migliaia di docenti ricorsisti, rischiano di non lavorare più, nonostante il loro punteggio possa essere nettamente superiore a quello dei ricorsisti. Persone con 150 punti scavalcate da chi ne ha una ventina.Nessuno ce l'ha con le singole persone, con gli ITP in quanto tali, ma con il sistema.È infatti questo che LO STATO sta dicendo? "VALE" DI PIU' UNA LAUREA, UN PHD, UN MASTER, O UN SEMPLICE DIPLOMA DI SCUOLA PROFESSIONALE? UN DISABILE HA DIRITTO AD ESSERE SEGUITO DA PERSONE COMPETENTI, O BASTA IL PRIMO MAGGIORENNE CHE PASSA PER LA STRADA? VALGONO PIU' 20 PUNTI E 100 EURO ALL'AVVOCATO PER UN RICORSO, O VALGONO DI PIU' ANNI E ANNI DI INSEGNAMENTO E CENTINAIA DI PUNTI?Per questo noi chiediamo che venga annullato il ricorso degli ITP, che questi rimangano in terza fascia, procedendo per la seconda allo stesso modo in cui procedono tutte le altre categorie di docenti. Questo perchè è necessario cercare di ridare alla scuola un MINIMO di dignità, dignità che ormai le è stata tolta del tutto.Grazie.

Sara Brigo
4,974 supporters
Petitioning Assemblea Capitolina, Commissione Urbanistica di Roma Capitale, Donatella Iorio, Cristina Grancio, Alessandro Onorato, Annalisa Bernabei, Pietro Calabrese, Andrea De Priamo, Michela Di Biase, Simon...

Non approvate la nuova colata di cemento in piazza dei Navigatori

AZIONE URGENTE. Venerdì 16 marzo, la commissione urbanistica del Comune di Roma ha dato il parere favorevole alla nuova convenzione urbanistica per Piazza dei Navigatori che, oltre a contenere un condono di fatto per i costruttori che non hanno realizzato in 15 anni le opere di urbanizzazione, prevede la realizzazione di un nuovo palazzo di vetro che potrebbe arrivare sino a 13 piani grazie al cosiddetto "piano casa" della Regione Lazio, che congestionerà ulteriormente un quartiere già affogato nel cemento e nel traffico. Ora la delibera deve andare in aula in Campidoglio per la approvazione definitiva. Chiediamo ai consiglieri capitolini di non approvarla!! La storia è nota. Per la realizzazione del palazzo di vetro di piazza dei Navigatori e dell'albergo "bidet" di via Giustiniano Imperatore i costruttori dovevano realizzare opere di urbanizzazione per un valore di 21 milioni di euro, ma non l'hanno mai fatto.  Il Comune avrebbe dovuto annullare la convenzione e sequestrare i palazzi, come da tempo richiedono i comitati di zona e come era stato richiesto da una petizione firmata da oltre 10.000 cittadini. Invece ha evitato di farlo e ha cercato un nuovo accordo con i costruttori inadempienti. Da marzo scorso la Giunta ha prorogato due volte la convenzione, evitando che scadesse automaticamente, ed oggi propongono una nuova convenzione che oltre a condonare di fatto le inadempienze, compresa la presentazione di false fideiussioni, concede la costruzione di un nuovo palazzo di vetro, come quello già costruito e vuoto da anni. Il tutto senza nemmeno rispettare le procedure per la partecipazione dei cittadini alle trasformazioni urbanistiche. Se questo succederà, non solo il quartiere sarà gravato da nuovi disagi, ma i costruttori di tutta Roma sapranno che possono continuare a fare il bello e il cattivo tempo e non rispettare le normative urbanistiche, tanto poi verranno condonati. Si confermerà che la politica urbanistica la fanno i proprietari fondiari e che i cittadini non contano nulla. Ma possiamo ancora fermare lo scempio. Chiediamo ai consiglieri del Comune di Roma di non approvare in aula Giulio Cesare un nuovo scempio del territorio.

Fabio Alberti
2,037 supporters
Petitioning Graziano Delrio, Giuliano Poletti, Alessandro Di Battista, LUIGI DI MAIO, Ryanair, European Parliament, European Commission, Stefano Fassina

contratto di diritto nazionale assistenti di volo e piloti Ryanair

Ad oggi i dipendenti Ryanair non hanno tutela alcuna. I dipendenti Ryanair chiedono che venga stipulato un Contratto Di Diritto Nazionale. E' giunta l'ora che essi smettano di subire ed abbiano finalmente delle tutele!Ad oggi le problematiche principali che riguardano i dipendenti Ryanair sono le seguenti: - assenza di copertura assicurativa in caso di infortunio sul lavoro e di indennizzi- poca chiarezza sugli obblighi fiscali riguardanti lo Stato in cui gli equipaggi risiedono e lavorano- mancanza di ascolto ed interesse della compagnia riguardo le problematiche del dipendente- politiche di avanzamento di carriera poco chiare - non riconoscimento dei diritti legati alla maternità/paternità: assenza di congedi parentali ecc. (es: malattia bambino non riconosciuta)- disparità di trattamento e remunerazione tra dipendenti i quali svolgono le medesime mansioni- dubbi sulla regolare applicazione delle norme EASA riguardanti il rest time e duty time ( chiamate fuori dall'orario di reperibilità, durante i giorni off e rest period )- disorganizzazione degli uffici preposti al coordinamento delle operazioni ordinarie e straordinarie degli equipaggi - mobbing sulla malattia (benchè certificata) - mobbing sul non raggiugimento dei target riguardanti le vendite- paga drasticamente inferiore ad altre compagnie low cost -----ENGLISH-----Today Ryanair employees have no rights. They want Ryanair and his CEO to apply the National Contract for Pilots and Cabin Crew. It's time to change! Ryanair employees cannot take this anymore, they must have human rights and a fair pay for their job. The actual issues of the crew are:- lack of any insurance coverage following accidents at work and compensation- lack of clearness on tax obligations regarding the country where the crew are based in- very low attention from the company regarding the employees' needs- unclear career advancement procedures - no recognition of maternity/paternity rights - disparity on remuneration for crew carrying out the same duties and tasks- doubts on the regular application of EASA regulations regarding rest time and duty time ( calls outside standby hours, during days off and rest period )- disorganization of coordination offices regarding ordinary and extraordinary duties - mobbing on sicknes (although providing a medical certificate)- mobbing and threats of disciplinary actions on the unachievement of the onboard sales targets- drastic pay difference in comparison to other airlines

stop this
1,550 supporters
Petitioning Graziano Delrio, Giuliano Poletti, Alessandro Di Battista, LUIGI DI MAIO, Ryanair, European Parliament, European Commission, Stefano Fassina

contratto di diritto nazionale assistenti di volo e piloti Ryanair

Ad oggi i dipendenti Ryanair non hanno tutela alcuna. I dipendenti Ryanair chiedono che venga stipulato un Contratto Di Diritto Nazionale. E' giunta l'ora che essi smettano di subire ed abbiano finalmente delle tutele!Ad oggi le problematiche principali che riguardano i dipendenti Ryanair sono le seguenti: - assenza di copertura assicurativa in caso di infortunio sul lavoro e di indennizzi- poca chiarezza sugli obblighi fiscali riguardanti lo Stato in cui gli equipaggi risiedono e lavorano- mancanza di ascolto ed interesse della compagnia riguardo le problematiche del dipendente- politiche di avanzamento di carriera poco chiare - non riconoscimento dei diritti legati alla maternità/paternità: assenza di congedi parentali ecc. (es: malattia bambino non riconosciuta)- disparità di trattamento e remunerazione tra dipendenti i quali svolgono le medesime mansioni- dubbi sulla regolare applicazione delle norme EASA riguardanti il rest time e duty time ( chiamate fuori dall'orario di reperibilità, durante i giorni off e rest period )- disorganizzazione degli uffici preposti al coordinamento delle operazioni ordinarie e straordinarie degli equipaggi - mobbing sulla malattia (benchè certificata) - mobbing sul non raggiugimento dei target riguardanti le vendite- paga drasticamente inferiore ad altre compagnie low cost -----ENGLISH-----Today Ryanair employees have no rights. They want Ryanair and his CEO to apply the National Contract for Pilots and Cabin Crew. It's time to change! Ryanair employees cannot take this anymore, they must have human rights and a fair pay for their job. The actual issues of the crew are:- lack of any insurance coverage following accidents at work and compensation- lack of clearness on tax obligations regarding the country where the crew are based in- very low attention from the company regarding the employees' needs- unclear career advancement procedures - no recognition of maternity/paternity rights - disparity on remuneration for crew carrying out the same duties and tasks- doubts on the regular application of EASA regulations regarding rest time and duty time ( calls outside standby hours, during days off and rest period )- disorganization of coordination offices regarding ordinary and extraordinary duties - mobbing on sicknes (although providing a medical certificate)- mobbing and threats of disciplinary actions on the unachievement of the onboard sales targets- drastic pay difference in comparison to other airlines

stop this
1,550 supporters
Closed
Petitioning Sindaco di Roma, Direttore Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Roma, Direttore Dipartimento Politiche delle Periferie Sviluppo Locale, Direttore Dipartimento Mobilità e Trasporti, ...

Piste Ciclabili nel quartiere di Roma est Nuova Ponte di Nona

La realizzazione di piste ciclabili nel quartiere di Roma est - Nuova Ponte di Nona (Municipio VI) consente: - di collegare il quartiere con la via Collatina e la Via Prenestina; - di collegare il quartiere con le diverse stazioni della linea ferroviaria esistente -LFR2; - un miglioramento del benessere sociale dovuto ad una migliore qualità dell'aria che respiriamo; - valorizzazione della periferia dotandola di un servizio di mobilità ciclistica.

Giulia Varone
179 supporters
Closed
Petitioning Comune di Roma Assessorato Ambiente, Municipio 9, Presidente della Regione Lazio, Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, DIREZIONE REGIONALE AMBIENTE E SISTEMI NATURALI, Assessore Rappor...

Realizziamo il Parco sul fosso della Cecchignola

La realizzazione del Parco, area verde sul Fosso della Cecchignola, consente a tutti i cittadini del quadrante sud di Roma di godere di ampi spazi di natura incontaminata. Il blocco dell'edificazione selvaggia a partire da Via della Divisione Torino arrivando fino al Castello della Cecchignola permette di salvaguardare gli acquedotti comunali e la Condotta San Leone della Fonte Meravigliosa. Flora e fauna di grandissimo valore cresce e vive in questi luoghi in un equilibrato ecosistema. L'habitat naturale ha funzione di salvaguardia idro-geologica, nasconde reperti, basolati romani e medievali. Invito tutti i cittadini a sostenere questa petizione in favore dell'istituzione del Parco anche per il miglioramento della qualità della vita, il mantenimento della salute, il benessere della collettività, il rispetto dell'ambiente e della natura.

Marco Pettinelli
127 supporters
Closed
Petitioning Atac

Esibire abbonamento/biglietto all'entrata dell'autobus

Rendere obbligatorio l'accesso su autobus e tram dalla porta anteriore, previa esibizione dell'abbonamento o del biglietto, con i seguenti vantaggi: maggior profitto per l'Azienda autobus più vuoti maggiore sicurezza per gli utenti

federico leone
108 supporters
Closed
Petitioning Comune di Roma, Matteo renzi

Illuminare le strade di Roma ed evitare altri morti

È vergognoso che con tutte le tasse che si pagano le nostre strade siano perennemente buie, compromettendo la nostra sicurezza e quella di chi viaggia insieme a noi. Mi riferisco al Raccordo, in particolare, in quanto strada principale e di primaria importanza per Roma, ma non sarà la sola.

Alessandra Silighini
80 supporters
Closed
Petitioning sindaco

No alle multe selvagge per tappare i buchi della giunta

Non è questo il modo di attappare i buchi della giunta. I soldi devono servire per i servizi e ovviamente i servizi non ci sono. Le buche rimangono, la sicurezza non esiste. Riprendiamoci Roma.

Alessandro Lucariello
66 supporters
Firma perché non chiudano tutti i servizi antiviolenza del Comune di Roma!

Sarebbe davvero paradossale e grave che, a Roma, si chiudessero i centri antiviolenza a partire dal 'Donatella Colasanti e Rosaria Lopez', attivo dal 1997 a sostegno delle migliaia di donne vittime di maltrattamenti, in fuga dalla violenza spesso familiare, accolte nei servizi dei centri antiviolenza. Sarebbe grave ed inqualificabile la sola ipotesi di chiusura, visto l'aumento della violenza verso le donne come drammaticamente la cronaca, anche di questi giorni, testimonia. Il grave omicidio di Sara deve indurre tutti a tenere alta l'attenzione sul tema della violenza nei confronti delle donne e sul femminicidio. Qualunque contenzioso, circa la proprietà dello stabile 'ex Bruno Buozzi' tra comune e regione, qualunque contenzioso circa canoni da pagare tra le due istituzioni, non può portare ad un atto irresponsabile come lo sfratto dei centri antiviolenza. Giacché i bandi di affidamento vanno a scadenza il 30 luglio si chiede la proroga dei termini affinché la nuova amministrazione possa emanare i nuovi bandi e assumere tutte le decisioni conseguenti

2 years ago
Fermare la chiusura del Grande Cocomero

Per noi è prioritaria una completa riscrittura della delibera 140 - il provvedimento per la gestione e il riordino del patrimonio comunale - con l'obiettivo di utilizzare il patrimonio capitolino per fini sociali e tutelare le tante esperienze di qualità che rischiano di essere interrotte. Da anni le tante esperienze di auto-organizzazione attive negli spazi del comune producono un insostituibile welfare municipale. Noi intendiamo supportarle secondo il principio regolativo della sussidiarietà. Sarebbe insostenibile perdere lo straordinario capitale di solidarietà accumulato in tanti anni di attività per i beni comuni. La delibera di riscrittura della 140 sarà uno dei primi provvedimenti della nostra amministrazione.

2 years ago