VOGLIAMO IL PARLAMENTO APERTO E IN SEDUTA PERMANENTE

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Al Presidente della Repubblica

Ai Presidenti di Camera e Senato

Ai Capigruppo parlamentari, a tutti i Deputati e Senatori

 

IL PARLAMENTO È CHIUSO ! NOI VOGLIAMO IL PARLAMENTO APERTO E IN SEDUTA PERMANENTE GIORNO E NOTTE. SUBITO!

Accanto all’emergenza sanitaria e a quella economica c’è ormai una grave emergenza democratica. Da settimane il Paese è privo del suo presidio istituzionale più importante, il Parlamento, l’unico luogo in cui è rappresentata la Sovranità del Popolo.

Il Paese non può essere in balia di un Presidente del Consiglio estraneo a ogni controllo democratico, che si rivolge ripetutamente di notte al Paese, ormai direttamente attraverso Facebook.

Tanto più le misure sanitarie e di sicurezza debbono essere severe, tanto più il Paese si trova di fatto in uno stato di guerra, tanto più rischiamo una recessione e una prospettiva di povertà senza precedenti, tanto più il Parlamento, il luogo della Democrazia deve essere aperto, vivo, pulsante e tempestivamente capace di ascoltare e parlare al Paese.

INVECE IL PARLAMENTO NON SOLO TACE. È CHIUSO.

Ma in democrazia il Parlamento non chiude neppure in tempo di guerra. Anzi, a maggior ragione è aperto proprio in tempo di guerra.  Il Paese ha necessità di avere il suo Parlamento. Camera e Senato riaprano subito e siamo riuniti in sede permanente. I loro portoni devono essere aperti giorno e notte: LE LORO LUCI SEMPRE ACCESE.

Il Parlamento deve esercitare oggi più che mai, in questa situazione di Stato di Emergenza dichiarato, la sua funzione di indirizzo del Governo e di controllo democratico.

COME DECINE DI MIGLIAIA DI MEDICI E INFERMIERI OPERANO GIORNO E NOTTE NEGLI OSPEDALI, DEPUTATI E SENATORI VADANO SUBITO A ESERCITARE IL LORO RUOLO E LE LORO RESPONSABILITÀ IN PARLAMENTO. GIORNO E NOTTE. SPETTA A LORO GARANTIRE LA DEMOCRAZIA. PER QUESTO SONO STATI ELETTI.

SUBITO. ADESSO.