NO a rito abbreviato e sconti di pena per reati contro la persona

0 hanno firmato. Arriviamo a 75.000.


Il rito abbreviato è un rito alternativo che, se chiesto dall’imputato, va concesso e comporta uno sconto di pena fino a un terzo.
Attualmente è vietato solo per i reati di mafia e puniti con l’ergastolo.

Ne restano fuori delitti come stupro, pedofilia, omicidio stradale e preterintenzionale.

Con questa petizione chiediamo che l’art. 438 cpp che lo disciplina sia cambiato, in modo da vietare questo rito e questi sconti di pena a reati puniti con pena massima uguale o superiore a 12 anni.
Chi commette gravi reati non può avere diritto a sconti di pena automatici solo perché sceglie un rito invece di un altro.
Le riduzioni di pena devono dipendere da comportamenti dell’imputato o del condannato idonei a meritarli, come la condotta post delitto o in carcere, e non da sconti automatici.