Stabilizzazione dei CTD (Contratti a Tempo Determinato) assunti da Poste Italiane

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Con l'avvento del Jobs Act migliaia di giovani precari vengono assunti con ripetuti contratti a tempo determinato con la speranza poi di raggiungere il tanto "desiderato" impiego a tempo indeterminato.

Nella realtà di “Poste Italiane”, invece, ciò rimane un sogno perché i CTD vengono lasciati a casa una volta raggiunti i 24 mesi, per poi essere sostituiti da nuovo personale senza esperienza destinato, a sua volta, alla stessa sorte. Perché proprio dopo 24 mesi? Perché superato tale periodo di tempo il Contratto collettivo nazionale (CCNL) prevede un aumento di livello che comporta un incremento di stipendio (si può accedere a premi prima non previsti).

Con la petizione chiediamo che venga istituita una graduatoria per assunzioni a tempo indeterminato perché riteniamo sia giusto far lavorare i giovani che hanno maturato maggiore esperienza fino a farli stabilizzare. Non è ammissibile che l'azienda N°1 in Italia e in Europa si appigli a questi cavilli per non dover assumere a tempo indeterminato. Ci sono posizioni vacanti, il lavoro c'è per tutti!

L'azienda deve capire che se vuole la qualità deve investire sul personale, non può formare i propri giovani e poi buttarli per strada soltanto perché diventano un costo eccessivo. Basta tagli, basta precariato. Mi rivolgo anche a tutti i cittadini che si vedono cambiare portalettere ogni 3 mesi, che ricevono la posta in ritardo e le bollette scadute a causa di questo sistema. Gli utenti non meritano un continuo disagio ed un servizio mediocre. C'è solo una soluzione: "assunzioni a tempo indeterminato".

Aggiornamento SETTEMBRE 2017: Il limite interno imposto dall'azienda è arrivato a 30 mesi

Aggiornamento GIUGNO 2018: Azienda e sindacati firmano l'accordo che prevede la stabilizzazione di 3000 risorse FTE tra CTD ed ex CTD Jobs Act, escludendo così tutti i lavoratori a tempo determinato che hanno prestato servizio prima (pre Jobs Act). La stabilizzazione è disciplinata in due fasi: A e B. La Fase A prevede la stabilizzazione di 1080 risorse FTE attraverso il diritto di precedenza che deve risultare attivo il giorno dell'assunzione a tempo indeterminato.

La Fase B una graduatoria per mesi (non ad esaurimento) attiva dal 2019 al 2020.

Chi riesce ad entrare bene, il resto è fuori.

 

(Grande conquista? No, solo l'ennesima presa in giro)

Seguiteci alla pagina FB www.facebook.com/PrecariPoste



Oggi: Giorgio conta su di te

Giorgio Leone ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Stabilizzazione dei CTD (Contratti a Tempo Determinato) assunti da Poste Italiane". Unisciti con Giorgio ed 3.546 sostenitori più oggi.