STOP OMOFOBIA - FIRMA LA PROPOSTA DI LEGGE CONTRO L'OMOFOBIA

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Quanti ragazzi devono ancora essere ancora pestati a sangue per il solo fatto di essere omosessuali per smuovere le vostre coscienze?

Quanti adolescenti devono subire ancora le violenze del bullismo per il loro amore perché l’Italia condanni l’omofobia?

 Sono troppi i casi di discriminazioni, di intolleranza, di violenza sia fisica che verbale nel nostro Paese a danno delle persone LGBT.

In tutti questi anni lo Stato Italiano è rimasto inerme non riuscendo a portare a termine una legge contro l’omofobia.

Noi giovani di MATRIMONIO EGUALITARIO vogliamo dire BASTA A DISCRIMINAZIONI E VIOLENZE.

 L’OMOFOBIA NON PUO’ ESSERE PIU’ ACCETTATA , non può essere più nascosta. Esiste e se ne deve parlare. Esiste e bisogna condannarla.

 Per questo vi invitiamo a firmare il nostro disegno di legge di contrasto all’omofobia e alla transfobia scritto dal giovane giurista Alessandro Reda.

Il testo introduce il REATO DI OMOFOBIA nell’ordinamento italiano con multe fino a 10.000 euro e RECLUSIONE FINO A SEI MESI per la sola discriminazione a  persone in base all’identità sessuale.

Pene da uno a quattro anni per gli atti di violenza fisica e verbale con aggravanti se dalla violenza risultano lesioni personali gravi o gravissime o la morte della persona.

Ma il nostro testo è voluto andare oltre.

Se da un lato, in piena sintonia con l’articolo 21 della Costituzione, specifichiamo che le convinzioni personali riconducibili al pluralismo delle idee non costituiscono reato purché non istighino a discriminazioni,odio e violenza dall’altro all’articolo 5 abbiamo previsto le AGGRAVANTI se i reati sono commessi A DANNO DEI MINORI, ATTRAVERSO I SOCIAL NETWORK e SE COMPIUTI IN AMBIENTE SCOLASTICO.

L’ultimo punto è di fondamentale importanza perché troppi adolescenti e ragazzi sono vittima di bullismo e di continue violenze fisiche e psicologiche a scuola per la loro identità sessuale, violenze e discriminazione  spesso anche alimentate da docenti irresponsabili.

 

              LA NOSTRA PROPOSTA DI LEGGE CONTRO L’OMOFOBIA

                                                                                  ( Alessandro Reda)

ART.1

1.Ai fini della legge penale per identità sessuale deve intendersi la combinazione o ciascuna delle seguenti componenti: sesso biologico, identità di genere e orientamento sessuale.

2.Ai fini della presente legge deve intendersi:

a)per sesso biologico l’appartenenza biologica al sesso maschile o al sesso femminile determinata dai dati genetici b) per identità di genere la percezione della corrispondenza della propria persona all’identità di donna o all’identità di uomo ovvero ad entrambi, anche se non corrispondete al proprio sesso biologico  c)per orientamento sessuale l’attrazione emotiva o sessuale nei confronti di persone dello stesso sesso, di sesso opposto o di entrambi i sessi.

 ART2.

1.Salvo che il fatto costituisca più grave reato chiunque compie o incita a compiere atti di discriminazione motivati dall’identità sessuale di una persona è punito con la reclusione fino ad un anno e sei mesi e con la multa fino a 10.000 euro.

2. Salvo che il fatto costituisca più grave reato chiunque incita a commettere o commette atti di violenza, fisica o verbale, motivati dall’identità sessuale ai danni di una persona o più persone è punito con la reclusione da un anno a quattro anni.

Se dall’atto di violenza deriva una lesione personale grave si applica la reclusione da quattro a dieci anni; se ne deriva una gravissima si applica la reclusione da sette a quindici anni; se ne deriva la morte si applica la reclusione superiore a sedici anni.

ART.3

Sono vietate le organizzazioni, le associazioni, i movimenti e i gruppi aventi tra i propri scopi l'incitamento alla discriminazione o alla violenza motivati dall’identità sessuale. Chi partecipa a tali organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi, o presta assistenza alla loro attività, è punito, per il solo fatto della partecipazione o dell'assistenza, con la reclusione da sei mesi a quattro anni. Coloro che promuovono o dirigono tali organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi sono puniti, per ciò solo, con la reclusione da uno a sei anni

 ART.4

1.Ai sensi della presente legge non costituiscono discriminazione  né incitamento alla discriminazione di cui all’art.2 comma 1, la libera espressione e manifestazione di convincimentipersonali ed opinioni riconducibili al pluralismo delle idee, purchè non istighino all’odio e alla violenza.

 ART.5

1.Le pene previste per gli atti di cui all’art.2 commi 1 e 2 sono aumentate fino a due terzi se il fatto è compiuto a danno di minori.

2. Le pene previste per gli atti di cui all’art.2 comma 1 sono aumentate di due terzi se il fatto è compito attraverso l’uso di social network, canali di informazione, emittenti televisive e radiotelevisive.

3. Le pene previste per gli atti di cui all’art.2 commi 1 e 2 sono aumentate di due terzi se il fatto è compiuto in ambiente scolastico.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Un disegno di legge a nostro giudizio equilibrato che va a colmare un VUOTO LEGISLATIVO al momento presente nel nostro ordinamento.

 

Il nostro disegno di legge trova il suo pieno fondamento nell’articolo 3 della Costituzione che obbliga lo Stato a rimuovere tutte le discriminazioni e gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitando di fato la libertà e l’eguaglianza impediscono il pieno sviluppo della persona umana.

L’OMOFOBIA RAPPRESENTA UN OSTACOLO  al raggiungimento della piena eguaglianza e del pieno sviluppo della persona umana.

 In conclusione crediamo che il nero dei lividi e delle feriti sui volti di quelle ragazze e ragazzi vittime di omofobia sia ormai inaccettabile in una società che si definisce civile.

Siamo semplici ragazzi che abbiamo unito le nostre idee per cambiare le cose, per cambiare la cultura di questo paese. Tutti insieme possiamo fare tanto.

 Alessandro Reda (coordinatore della campagna #STOPOMOFOBIA)

PER INFO SULLA CAMPAGNA #STOPOMOFOBIA:

-visita la pagina facebook di MATRIMONIO EGUALITARIO

-contattaci al seguente indirizzo mail: stopomofobia2018@virgilio.it

 

 



Oggi: Alessandro conta su di te

Alessandro Reda ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sergio Mattarella: STOP OMOFOBIA - FIRMA LA PROPOSTA DI LEGGE CONTRO L'OMOFOBIA". Unisciti con Alessandro ed 465 sostenitori più oggi.