PETIZIONE CHIUSA

Scarcerazione dello scienziato Omid Kokabee #OmidFreeNow

Questa petizione aveva 2.543 sostenitori


Omid Kokabee è stato accusato dalla Repubblica Islamica dell’Iran di “contatti con governo ostile” ed è stato condannato a dieci anni di carcere.
In realtà, Omid Kokabee è un detenuto politico, che ha solo affermato la propria libertà di scienza e di coscienza, perché, da scienziato, ha avuto il coraggio di rifiutare di mettere le sue conoscenze al servizio del programma nucleare militare iraniano.

Per il suo coraggioso, e per l'Iran oltraggioso, rifiuto alla collaborazione forzata con il programma nucleare dei Pasdaran, Omid è stato insignito di importanti premi internazionali, quali il prestigioso Premio “Andrei Sakharov” nel 2013 e il Premio dell’“American Association for Advancament of Science” conferito nel 2014 per “l’esemplare libertà scientifica e responsabilità” dimostrata.
In suo sostegno si sono mobilitati anche 18 Premi Nobel per la Fisica con una lettera aperta pubblicata dalla Rivista scientifica “Nature”.

La detenzione di Omid Kokabee è considerata illegale e non giustificata dalla stessa Corte Suprema Iraniana, la quale ha ammesso che “differenze politiche con altri Stati non costituiscono un motivo di ostilità” e che quindi l’accusa mossa ad Omid di “contatti con un Governo ostile” dovesse decadere. Nonostante il giudizio della Corte Suprema, Omid è ancora in cella dove ha da poco ‘festeggiato’ il suo trentatreesimo compleanno.

Di recente, Omid è stato ulteriormente punito, a seguito della pubblicazione da parte dei media delle notizie sul suo caso. Gli sono stati tolti luce e libri, forse la punizione più crudele che si possa infliggere a un uomo di scienza.

Eppure siamo certi che quando la coscienza incontra il pensiero ed i gesti di un uomo di scienza, la responsabilità non  assume mai i tratti di una colpa ma si configura sempre come un atto di libertà di conoscenza.

Non comprendiamo perchè Omid Kokabe sia trattenuto ancora in regime di detenzione.

La firma dell’accordo sul nucleare pacifico con il gruppo P5+1, che ha suscitato non poche perplessità,concede alla Repubblica Iraniana un’occasione concreta per dimostrare la serietà delle sue intenzioni: può iniziare con la sua immediata scarcerazione!

Diciamolo con forza firmando e condividendo questa petizione.

#OmidFreeNow

 

On October 2012 Omid Kokabee, now 33, was sentenced to ten-years after he was convicted on unsubstantiated charges of “contact with enemy states” and receiving “illegitimate funds” following a trial in a Revolutionary Court in Tehran.

Actually, Omid Kokabee is a political prisoner, who has the only guilt of asserting his freedom of science and conscience, because, as a scientist, he has refused to participate in research related to Iran’s nuclear program.

Kokabee was recently awarded the Andrei Sakharov Prize from the American Physical Society, and the American Association for Advancament of Science Award (the largest general science association in the world) “For his courage in refusing to use his physics knowledge to work on projects that he deemed harmful to humanity, in the face of extreme physical and psychological pressure.”

31 Physics Nobel Laureates signed a petition on his behalf.

In October 2014 Branch 36 of the Supreme Court accepted the request for a retrial. The top judicial authority of Iran acknowledged that “First, as detailed and stated in the report from the International Affairs Office of the Foreign Ministry of the Islamic Republic of Iran, presently no country is in a state of hostility towards Iran, and political differences with other states do not constitute hostility. The court was mistaken in its interpretation of this expression [contact with a hostile government]. Secondly, as the individual convicted in this case has repeatedly presented in his defense, he was not in a position to have access to classified and confidential information, so that he could pass it on to a hostile government.

Despite the judgment of the Supreme Court, Omid is still in detention.

Furthermore, after his name surfaced on international media, he was punished, and deprived of books and light, maybe the cruelest restriction for a man of knowledge.

Yet, we hold that when a man of science follows his conscience, his deeds should never be considered guilt, but expression of the freedom of knowledge. We don’t understand why he is still kept in prison.

The signing of the P5 + 1 agreement on nuclear power, which has raised widespread concerns in the international community, gives the Republic of Iran a concrete opportunity to demonstrate the seriousness of its intentions: it can immediately release Kokabee!

Let’s say it out loud, signing and sharing this petition.

#OmidFreeNow



Oggi: Nessuno tocchi conta su di te

Nessuno tocchi Caino ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Scarcerazione dello scienziato Omid Kokabee #OmidFreeNow". Unisciti con Nessuno tocchi ed 2.542 sostenitori più oggi.