Petition update

FIRMA ANCHE TU la petizione Spiagge libere e sicure a Ostia

Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente Fondazione UniVerde
Italy

Jul 29, 2020 — 

Cari firmatari,
per anni sulle spiagge di Ostia si è combattuta una guerra.

Una guerra contro chi non voleva che le spiagge e il mare fossero libere e a disposizione di tutti. Per anni quel bene comune fatto di sabbia, arenile e mare è stato di fatto un bene privato, in mano ad abusivi e criminalità che impedivano ai liberi cittadini di accedere liberamente al mare.

Faticosamente e grazie al lavoro di tanti cittadini e associazioni sono state tolte le catene che imprigionavano le spiagge libere di Ostia e i cittadini si sono riappropriati del mare.

Questa vittoria però sembra di nuovo essere messa a rischio.

Da qualche settimana le spiagge di Ostia si popolano di messaggi inquietanti, segnali minacciosi che mettono a rischio quel bene comune che appartiene a noi tutti.

Ci sono giornate che le spiagge libere si riempiono improvvisamente di rifiuti, giornate in cui l’arenile viene ricoperto di vetri e chiodi mimetizzati tra sabbia e pietre, giornate in cui la sabbia si tinge del rosso di teste di piccione mozzate.

Si tratta di segnali intimidatori chiari e vigliacchi.
La criminalità non vuole che le spiagge libere di Ostia siano un bene comune a disposizione di tutti.

E’ importante che tutti i cittadini si uniscano a questo appello per sottolineare, una volta di più, l'importanza di questa battaglia civile.
E’ importante che le autorità facciano sentire la propria voce ed è per questo chiediamo alla Sindaca di Roma Virginia Raggi e alla Capitaneria di Porto

- di assicurare e rafforzare la vigilanza anche attraverso l’illuminazione delle spiagge libere.
- di rendere le spiagge libere completamente accessibili ai cittadini abbattendo tutte quelle barriere architettoniche che impediscono il libero accesso a questo importante bene comune.

FIRMA ANCHE TU:
https://www.change.org/p/spiagge-libere-e-sicure-a-ostia


Keep fighting for people power!

Politicians and rich CEOs shouldn't make all the decisions. Today we ask you to help keep Change.org free and independent. Our job as a public benefit company is to help petitions like this one fight back and get heard. If everyone who saw this chipped in monthly we'd secure Change.org's future today. Help us hold the powerful to account. Can you spare a minute to become a member today?

I'll power Change with $5 monthlyPayment method

Discussion

Please enter a comment.

We were unable to post your comment. Please try again.