Rinascita di Venezia post Covid-19

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Questa quarantena ha cambiato di colpo la nostra vita e probabilmente, quando sarà finita, nulla sarà più come prima. Il nostro approccio con la vita e con l’ambiente dovrà cambiare anche dopo che finirà l’emergenza.

Prendiamo il caso di Venezia, città unica al mondo per la sua bellezza, che l'ha resa meta obbligata del turismo mondiale.

Ma sono noti a tutti gli effetti deleteri sulla città di queste invasioni di massa.

Ora sappiamo che per molto tempo questo tipo di turismo non tornerà. E' dunque il momento propizio per rendersi conto che non deve essere questa l'unica fonte di reddito per Venezia.

Venezia è città viva, Venezia non vuole vivere come un parco attrazioni, non vuole vivere di sole visite e comunque non potrà più farlo.

Turismo e Ambiente, lo abbiamo capito, vanno di pari passo. Non è accettabile che Venezia sia la quinta città più inquinata d’Italia, per la noncuranza dei legislatori di adeguare i motori marini alle normative terrestri. Non è vero che il turismo debba essere sempre più invadente, più veloce e più inquinante.

Chiediamo quindi che le autorità prendano delle decisioni da sempre rinviate:

- applicando i più avanzati standard sulle emissioni a tutte le imbarcazioni a motore, introducendo l’ibrido e l'elettrico puro. Attuando quindi una politica seria di rottamazione dei motori marini, introducendo motori con potenze adeguate all’ambiente lagunare, diventato ormai un’autostrada del mare;

- introducendo finalmente tecnologie avanzate di controllo della velocità su tutte le imbarcazioni a motore, applicando sanzioni a chi trasgredisce.

- introducendo politiche efficaci per il ritorno della residenza e della classe media nella città storica;

- agevolando gli artigiani, la produzione locale e le giovani start-up attraverso il recupero di luoghi produttivi con affitti calmierati;

Non corriamo dietro al Turismo, facciamo correre il turismo dietro di noi.

Facciamo quello che tutti sappiamo essere giusto!

Facciamolo ADESSO!

Diana Vandeville e Laura Panchisen

Con l'appoggio di: Gruppo 25 Aprile