Sinistra o destra, l'ospedale resta!!

Sinistra o destra, l'ospedale resta!!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Comitato Spontaneo In Difesa Del Territorio Atessa ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Regione Abruzzo e a

Da mesi i cittadini di Atessa e del territorio circostante, per un complessivo di oltre 50.000 abitanti, sono privi dei requisiti minimi di sicurezza sanitaria a causa dei discutibili e accaniti proveddimenti adottati dai vertici della  Regione Abruzzo e della ASL 02 Lanciano-Vasto-Chieti nei confronti dell'ospedale "San Camillo De Lellis”.
 
Se pensiamo al Pronto Soccorso, oggi non totalmente funzionale in quanto tale, dove non vi è doppio percorso per Covid - No Covid, con le persone che hanno bisogno lasciate sotto le intemperie ad aspettare che qualcuno le accolga, e nel peggiore dei casi inviate altrove, c'è solo da indignarsi per l'umiliazione e l'insulto che stiamo subendo, con il diritto alla salute e alle cure da ricevere messi quotidianamente in secondo piano, se non addirittura a rischio.
In altri termini: NON SI STA GARANTENDO UN DIRITTO COSTITUZIONALE. 

Fra le tante soppressioni disposte per l'ospedale, a danno del nostro paese e di tutti quelli che vi gravitano, da tempo non è più in esercizio neanche il Distretto Sanitario.

Questi atti, gravi, di fatto pongono la ASL, insieme alla Regione Abruzzo, in una preoccupante contraddizione con quanto previsto dalla programmazione regionale.
Si potrebbero ipotizzare addirittura una interruzione di pubblico servizio e una gestione inadeguata del denaro pubblico.

Come Comitato Spontaneo in difesa del Territorio, che da oltre cinque anni si sta impegnando contro lo smantellamento dell'ospedale e contro chi non garantisce il diritto alla salute, chiediamo:

UNA PARTECIPAZIONE MASSICCIA DEI CITTADINI DI ATESSA E DEI CENTRI DELL'AREA SANGRO-AVENTINO-SINELLO ALL'APPELLO CORALE RIVOLTO ALLA REGIONE ABRUZZO E ALLA ASL 02 LANCIANO-VASTO-CHIETI AFFINCHE' TUTTI I SERVIZI SOPPRESSI O TRASFERITI IN ALTRE SEDI SIANO RIPRISTINATI  PRESSO IL NOSTRO NOSOCOMIO SAN CAMILLO DE LELLIS E CHE VENGA ATTUATA NEI DETTAGLI LA PROGRAMMAZIONE REGIONALE.

"VOGLIAMO RIAVERE QUELLO CHE CI SPETTA, QUELLO CHE E' NOSTRO E CHE CI E' STATO SOTTRATTO"

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!