Estendere ai prossimi 5 anni il "Piano Industria 4.0"

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Robot collaborativi e stampanti 3D tutti interconnessi, realtà aumentata a supporto dei processi produttivi ma soprattutto dati da comprendere e sfruttare al meglio per incrementare il business.

Sono cresciuti del 9% gli investimenti nell'Industria 4.0 italiana da quando è stato varato il Piano di incentivazione fiscale del governo a settembre 2016 ed è aumentato anche il mercato del settore guadagnando un +25% con un valore raggiunto di 1,7 miliardi di euro. Numeri che nel nostro Paese non si registravano da decenni.

L’Italia, oltre ad aumentare esponenzialmente la domanda interna di macchinari per la produzione, la quale era ferma ormai da anni, è diventata grazie al “Piano Industria 4.0”, un esempio virtuoso copiato da molti governi stranieri.

L’instabilità politica degli ultimi mesi rischia però di mettere a repentaglio tutto ciò che di buono è stato fatto finora, con il pericolo che le nostre aziende manifatturiere perdano il fondamentale treno dell’innovazione 4.0 che rappresenta una delle poche ancore di salvezza che ci rimangono per poter competere nei mercati globali con prodotti e soluzioni di qualità e che assicurino un futuro al comparto manifatturiero del nostro Paese.

Chiediamo quindi al prossimo Governo, di qualsiasi colore esso sia, di prolungare, e possibilmente rafforzare, per altri 5 anni il Piano Industria 4.0. al fine di annullare il gap tecnologico tra il nostro Paese e i principali player del panorama manifatturiero mondiale.



Oggi: Daniel conta su di te

Daniel Disanto ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministro dello sviluppo economico: Estendere ai prossimi 5 anni il "Piano Industria 4.0"". Unisciti con Daniel ed 56 sostenitori più oggi.