Petition update

ENPAM, la prescrizione,la Procura della Corte dei Conti e quei 65 milioni €…

Franco Picchi
Pietrasanta, Italy

Mar 15, 2019 — 

15/03/2019

ENPAM, la prescrizione,la Procura della Corte dei Conti e quei 65 milioni 

Egregi Colleghi,

recentemente ENPAM  ha dato molto risalto ad una sentenza della Corte di Appello di Roma, come se questa fosse una  definitiva conferma dell’infondatezza di tanti rilievi sugli investimenti degli anni passati..

https://www.enpam.it/news/allarmismo-sui-conti-enpam-condannata-societa-di-consulenza

Questa sentenza ha ribaltato il giudizio di primo grado, che aveva dato ragione alla società di consulenza, affermando, come da comunicato ENPAM      “ i magistrati hanno appurato che Sri, oltre a fornire un lavoro incompleto, lo divulgò a terzi ancora prima di consegnarlo al presidente dell’ente previdenziale dei medici e degli odontoiatri..”.

Come si legge la sentenza riguarda il corretto adempimento/svolgimento di una  consulenza per la valutazione del suo patrimonio finanziario, affidata da ENPAM ad una società.

Come si legge la sentenza NON stabilisce assolutamente il danno patrimoniale subito dal patrimonio ENPAM con gli investimenti in derivati e CDO, nè quanto noi iscritti e contribuenti ENPAM abbiamo perso, né per colpa di chi…

Questo doveva essere appurato in sede penale, ma come sapete è scattata la prescrizione…

http://www.ordinemedicilatina.it/inchiesta-enpam-giudici-prescritto-il-reato-di-truffa-da-dottnet-del-14-novembre-2018/

Non è ancora tutto finito però…

Rimane ancora la Procura della Corte dei Conti con il rilievo di un danno di 65 milioni € a carico del patrimonio ENPAM  per quegli investimenti.

Nella relazione del Procuratore della Corte dei Conti del Lazio anno 2017 si leggeva:

http://www.corteconti.it/export/sites/portalecdc/_documenti/documenti_procura/lazio/Relazione_per_lxinaugurazione_dellxanno_giudiziario_2017.pdf

 “Altra istruttoria riferita alla medesima materia è quella che ha riguardato le operazioni finanziarie relative a strumenti derivati, considerate ad alto rischio, effettuate da un ente di previdenza a partire dal 2004. Le indagini, svolte per delega dai militari della Guardia di Finanza, hanno preso l’avvio partendo dalla normativa di settore, dallo statuto e dalle specifiche delibere dell’ente, nelle quali risulta confermato che i criteri di investimento, al pari di quanto previsto per tutte le casse di previdenza, si basano sul principio della prudenza e che, nel loro complesso, mirano a garantire un reddito certo ed una riserva di liquidità, per assicurare le prestazioni previdenziali. In particolare, lo statuto e le delibere dell’ente, al tempo cui si riferiscono i fatti, in linea con quanto previsto dalla normativa primaria, contemplavano l’investimento nel settore mobiliare, privilegiando l’acquisto di titoli obbligazionari con elevato rating e congruo livello di liquidità, con limitazioni per l’acquisto di titoli azionari e per l’accesso a strumenti finanziari con rendimenti non correlati a mercati tradizionali. Contravvenendo a tali disposizioni l’ente ha invece deciso l’acquisto,  per 646 milioni di euro, di cosiddetti CDO (Collateralized Debt Obligation) che comportavano anche il rischio di perdita del capitale. A seguito della ristrutturazione, disposta alla luce della ingente perdita di valore sul mercato dei titoli di cui si tratta, l’ente ha sopportato un danno quantificato in oltre 62 milioni di euro derivanti dalle commissioni di gestione, dalla minusvalenza realizzata e dalle connesse spese legali.”.

A giugno 2018 un articolo del Tempo aggiornava ancora sull’ evoluzione dell’ istruttoria:

http://www.ordinemedicilatina.it/wp-content/uploads/2018/06/Enpam.pdf

“A causa della minusvalenza realizzata in bilancio con la dismissione dei titoli, le spese legali per la rinegoziazione e per le azioni di rivalsa nei confronti delle banche, l'ente previdenziale dei medici ha subito un danno pari a 65.799.236 euro.

Nell’ ultima relazione del Procuratore (28 febbraio 2019) si legge:

http://www.corteconti.it/export/sites/portalecdc/_documenti/documenti_procura/lazio/Relazione_per_lxinaugurazione_dellxanno_giudiziario_2019.pdf

 “Riguardo alla gestione della Fondazione ENPAM sono stati attivati due giudizi. Uno concerne i danni sofferti a causa dell’illegittima costituzione della società in house (€. 2.567.562,52), l’altro si riferisce ai danni derivati alla Fondazione da investimenti in titoli obbligazionari rischiosi, effettuati in violazione delle linee guida che caratterizzano la politica di investimento dell’ente previdenziale.”.

Questo vuol dire che le controdeduzioni portate alla Procura da parte degli ex dirigenti e amministratori non sono state ritenute sufficienti, ed è così stato instaurato il processo contabile vero e proprio.

Come si legge è stato attivato anche il processo contabile per ENPAM SICURA, per un danno di circa 2,5 milioni €…

A presto per gli ulteriori aggiornamenti

Franco Picchi

Pietrasanta LU


Keep fighting for people power!

Politicians and rich CEOs shouldn't make all the decisions. Today we ask you to help keep Change.org free and independent. Our job as a public benefit company is to help petitions like this one fight back and get heard. If everyone who saw this chipped in monthly we'd secure Change.org's future today. Help us hold the powerful to account. Can you spare a minute to become a member today?

I'll power Change with $5 monthlyPayment method

Discussion

Please enter a comment.

We were unable to post your comment. Please try again.