Petition update

ENPAM, Ecovillage, Fondo Idea Fimit Sviluppo e investimenti enti previdenziali: segnalazione CONSOB.

Franco Picchi
Pietrasanta, Italy

Feb 25, 2019 — 

-CONSOB-Divisione intermediari - din@pec.consob.it
-BANCA D’ITALIA- Servizio Ispettorato vigilanza - vis@pec.bancaditalia.it
-COVIP - protocollo@pec.covip.it
-PROCURA CORTE DEI CONTI-Lazio - lazio.procura@corteconticert.it
-Commissione parlamentare per il controllo sull'attivita' degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale


OGGETTO: Fondo Idea Fimit Sviluppo e investimenti enti previdenziali.

Il sottoscritto dott. Franco Picchi,
segnala alle suddette Autorità per quanto di rispettiva competenza riguardo:
-la tutela degli investitori, la salvaguardia della fiducia nel sistema finanziario, la stabilità e il buon funzionamento dello stesso;
-la vigilanza sul rispetto delle norme relative alla trasparenza e alla correttezza dei comportamenti, nonché la sana e prudente gestione da parte degli intermediari finanziari;
- la vigilanza sul buon funzionamento del sistema dei fondi pensione a tutela degli aderenti e dei loro risparmi destinati a previdenza complementare, nonché ai compiti di controllo sugli investimenti finanziari e sul patrimonio delle Casse professionali private e privatizzate;
- la corretta gestione delle risorse e del denaro pubblico;
- l’utilizzo dei fondi degli enti previdenziali.
***
Il fondo Idea Fimit Sviluppo, gestito da DeA Capital Real Estate SGR, investe nel progetto di sviluppo immobiliare Ecovillage localizzato a Marino (Roma), comprendente destinazione sia residenziale che commerciale.
In data 8 novembre 2018 , con 2 consecutive determine (n° 14240 e 14241), la Regione Lazio (Direzione politiche ambientali e ciclo dei rifiuti) ha archiviato le procedure VAS riguardanti il complessivo progetto Ecovillage a Marino con la seguente motivazione:
“gli interventi in questione risultano ricompresi in zone territoriali ………per le quali la norma non prevede edificabilità ...”.
Tale archiviazione presumibilmente azzererà il valore delle quote del fondo in possesso, direttamente o indirettamente, di alcuni enti previdenziali e fondi pensione.
La fondazione ENPAM al 30/06/2018 risulta aver acquistato 966 quote del Fondo Idea Fimit Sviluppo, per un controvalore di circa 25 milioni €, attraverso il fondo Ippocrate di cui è quotista unico.
Anche il fondo Ippocrate è gestito da DeA Capital Real Estate SGR.
Risulta da notizie giornalistiche che altri investitori istituzionali di tale fondo sono:
-il fondo pensione personale gruppo UniCredit che ha speso 7,35 milioni per acquistare 294 quote;
-il fondo pensione dipendenti ex Banca di Roma che ha versato 23,6 milioni per acquistare 945 quote.
L’archiviazione delle procedure VAS, e la conseguente impossibilità edifcatoria come prevista dal progetto Ecovillage, è conseguenza dell’ampliamento del perimetro del parco regionale dell’Appia Antica (disposto con la Legge Regionale 22 ottobre 2018, n. 7, all’art. 7, comma 1), che ha recepito la proposta di ampliamento già presente nel piano di assetto del Parco adottato nel 2002, facendo così rientrare il terreno oggetto del progetto di sviluppo immobiliare Ecovillage nel parco regionale dell’Appia Antica.
Ma la modifica della possibilità edificatoria relativa a quell’area era stata già bocciata 3 volte negli anni precedenti:
1) dall’ente Parco dell’Appia Antica stessa, che con delibera n°3 del 21.02.2003, riguardo alle richieste di modifiche alla tutela paesistica dell’area rispondeva:
-si esprime parere contrario in quanto in contrasto con i principi ispiratori del piano ed in quanto le aree di ampliamento rientrano tra quelle classificate ad alto valore paesaggistico dal PTP, ambito 9 della Regione Lazio e sono inserite dalla Sopr. Archeologica del Lazio tra quelle in cui estendere il vincolo lettera m D.L.vo 490/99 art.146.
-si esprime parere contrario in quanto in contrasto con il Piano che si ricorda essere strumento urbanistico sovraordinato rispetto agli altri ed al PRG.
2) dalla Regione Lazio nel 2004 in sede di approvazione della variante generale al PRG del comune di Marino, richiamando il Piano Territoriale Paesistico PTP 9 Regione Lazio approvato con legge regionale n° 24 06.07.1998, che indicava l’area come MA3 “zona agricola con rilevante valore paesaggistico”.
3) nel 2007 dal Piano Territoriale Paesaggistico Regionale della Regione Lazio che respingeva la proposta 058057_P03d richiesta dal comune di Marino per modificare la tutela paesistica dell’area con la motivazione 4a “respinta in quanto in contrasto con gli obbiettivi di tutela dei valori paesaggistici delle aree”.
Come è stato possibile istituire un fondo immobiliare con queste basi di partenza e con la concreta possibilità, poi avveratasi, che il terreno oggetto dell’investimento potesse essere definitivamente inglobato nel Parco dell’Appia Antica?

Franco Picchi

Pietrasanta LU


Keep fighting for people power!

Politicians and rich CEOs shouldn't make all the decisions. Today we ask you to help keep Change.org free and independent. Our job as a public benefit company is to help petitions like this one fight back and get heard. If everyone who saw this chipped in monthly we'd secure Change.org's future today. Help us hold the powerful to account. Can you spare a minute to become a member today?

I'll power Change with $5 monthlyPayment method

Discussion

Please enter a comment.

We were unable to post your comment. Please try again.