CONTRO LA CENSURA RAI A NICOLA MORRA

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Spett.le Consiglio di Amministrazione Rai,

Spett.le Presidenza del Consiglio dei Ministri

Spett.le Ministero dello Sviluppo Economico 

I firmatari della presente petizione in qualità di contribuenti Rai o, più correttamente, "azionisti obbligati" in ragione del fatto che il pagamento del canone Rai è collegato al solo possesso di un apparecchio televisivo, attraverso la presente 

                                                  CHIEDONO 

di conoscere le ragioni che hanno determinato  la censura dell'intervista del Presidente della Commissione Antimafia, sen. Nicola Morra, in programma su Rai 3 nella puntata della trasmissione "Titolo V" del giorno 20/11/2020.

In particolare si chiede di poter rendere pubblico il provvedimento della direzione Rai che ha determinato l'esclusione del Presidente della Commissione Antimafia, sen. Nicola Morra, dal novero degli intervistati, nonché di fornire maggiori dettagli giustificativi a supporto della forte misura limitativa della libertà di espressione posta in essere per come riportato in fatti dalla conduttrice televisiva, dott.ssa Francesca Romana Elisei.

Tanto si richiede con solerzia di risposta ed a garanzia di un necessario controllo sul permanere nel servizio pubblico radiotelevisivo e multimediale di cui è concessionaria la società per azioni RAI di un'informazione completa ed imparziale, ovvero sull'effettivo perseguimento dell'importante obiettivo teso a garantire un corretto svolgimento della vita democratica, anche attraverso l'apertura alle diverse opinioni politiche, sociali e culturali.

Con osservanza. 

 

                                                                                I firmatari la petizione