PETIZIONE CHIUSA

Giulio Regeni: chiediamo subito misure più severe per arrivare alla verità

Questa petizione aveva 15.378 sostenitori


"Giulio siamo noi": il comitato "Verità per Giulio Regeni/Il Tigullio non dimentica" è uno dei primi ad essersi costituito nel nostro Paese.

I suoi obiettivi sono:

- sensibilizzare l'opinione pubblica e le Istituzioni italiane ed europee affinché sul sequestro, la tortura e l’uccisione di Giulio Regeni non scenda l'oblio;

- mobilitare il maggior numero di forze possibili per sollecitare le autorità italiane e pretendere che su questa vicenda si faccia piena luce.

Con questa petizione chiediamo in particolare che:

  1. Le autorità egiziane ottemperino alla richiesta contenuta nelle rogatorie internazionali e mettano quindi a disposizione della magistratura italiana gli atti e i documenti richiesti.
  2. Il governo italiano dichiari l'Egitto "Paese non sicuro" per i nostri connazionali che hanno necessità o intenzione di recarvisi per motivi di lavoro, di studio e di turismo.
  3. Siano interrotti tutti i rapporti commerciali con l'Egitto sinché non venga assicurata piena collaborazione alle indagini.
  4. Venga immediatamente sospesa ogni forma di collaborazione bilaterale tra i due Paesi riguardante i rispettivi corpi di Polizia, fino a quando non sia stata fornita dall'Egitto piena collaborazione al fine di giungere all'accertamento della verità.
  5. Siano immediatamente sospese le forniture di armi all'Egitto, risultando essere l'Italia l'unico Paese membro dell'Unione europea ad averle assicurate nel 2014 e nel 2015.

Chiediamo inoltre che le autorità italiane non lascino nulla di intentato per giungere a far luce su questa tragica vicenda nel rispetto della dignità dello Stato e di ogni suo singolo cittadino.

"We are Giulio": 

"Verità per Giulio Regeni/il Tigullio non dimentica"  ("Truth about Giulio Regeni /Tigullio doesn't forget") is one of the first committees to be established in our Country. 

The aims of the committee are: 

- to raise awareness among public opinion and Italian and European Institutions, so that the tragic death of Giulio Regeni will not fade into oblivion;

- to mobilize the largest possible number of forces, in order to urge Italian authorities in casting light on this deplorable event;

We demand in particular: 

- Egyptian authorities comply with the request, contained in the international letter rogatory, to disclose the acts and documents required, to the Italian Magistrature;

- the Italian Government declare Egypt an "unsafe country" in the interest of every Italian citizen who needs or plans to go there to work, to study and/or as tourist;

- Italy completely halt trade relations with Egypt, unless this country will ensure a full and joint collaboration in the investigations into the death of Giulio Regeni;

- Italy and Egypt suspend any form of bilateral cooperation as to the respective Police bodies, until Egypt ensures to fully cooperate in ascertaining the truth behind the circumstances of Giulio Regeni's death; 

- Italy halt the sales and the supply of arms to Egypt, as it is the only member of the European Union to have granted them weaponry during 2014 and 2015; 

Furthermore, we demand Italian authorities leave no stone unturned, in order to carry out an impartial investigation and to shed light on this atrocious fact, taking into consideration the dignity of the State and each one of its citizens. 



Oggi: Comitato Verità per Giulio Regeni/Il Tigullio non dimentica conta su di te

Comitato Verità per Giulio Regeni/Il Tigullio non dimentica ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Comitato : Non dimentichiamo Giulio Regeni: l'Egitto deve essere dichiarato Paese non sicuro". Unisciti con Comitato Verità per Giulio Regeni/Il Tigullio non dimentica ed 15.377 sostenitori più oggi.