Autonomia per la Galleria dell'Accademia di Firenze

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


L'associazione degli Amici della Galleria dell'Accademia di Firenze nasce nel 2017 per sostenere le attività del museo, con l'obiettivo primario di avvicinare i visitatori a questa importante istituzione, favorendone un'esperienza continuativa e di qualità.

Come associazione e gruppo di cittadini chiediamo al ministro Bonisoli di revocare la decisione di annullare l'autonomia della Galleria dell'Accademia di Firenze.

Nel 2015 in Italia è avvenuta un'importante riforma che ha comportato l'autonomia dei venti musei statali più importanti; a seguito di questa riforma si sono apprezzati evidenti e oggettivi risultati positivi, in termini culturali e gestionali. Ci saremo aspettati che il ministero proseguisse in questa direzione, guidato da una volontà di continuazione e di ulteriore miglioramento.
Da cittadini, prima di tutto, abbiamo sperimentato come l'interruzione improvvisa, la cancellazione del lavoro svolto in precedenza già con risultati vantaggiosi, sia dannoso per la comunità. Da sostenitori di questo importante museo e delle sue collezioni, abbiamo imparato che una gestione caratterizzata da autonomia favorisce e semplifica gli scopi primari della tutela, conservazione e promozione.

Oltre questi aspetti importantissimi sotto il profilo storico ed educativo, non possiamo non rilevare che la gestione del museo secondo il modello dell’autonomia ha prodotto risultati tecnici molto importanti e ne segnaliamo solo alcuni :

  • la capacità di far fruire il bene culturale in sicurezza da un numero di persone che si è incrementato notevolmente da 1.415.317 nel 2015 a 1.719.645 nel 2018
  • la difesa dell’immagine del David; per la prima volta in Italia una corte di giustizia si è pronunziata a favore della tutela dell’immagine di una bene di stato, spesso utilizzata per fini tutt’altro che nobili
  • l'avvio di essenziali lavori di impiantistica attesi da vari decenni
  • il controllo sulle gestioni dei servizi appaltati che non erano più stati sottoposti al vaglio di una gara da ventuno anni
  • l’acquisizione di nuove opere d’arte
  • la trasparenza di un bilancio annuale
  • un supporto di vicinanza della cittadinanza, mai conosciuto prima

Per tutti questi motivi chiediamo la revoca della decisione di annullamento dell'autonomia.


Vuoi condividere questa petizione?