Decision Maker

Trenitalia

  • Trenitalia

Trenitalia è la principale società italiana per la gestione del trasporto ferroviario di passeggeri e merci.


Does Trenitalia have the power to decide or influence something you want to change? Start a petition to this decision maker.Start a petition
Closed
Petitioning Trenitalia

Bimbi e ragazzi gratis su treni e mezzi pubblici

Viaggiare con un bambino su bus e treni è educativo ed ecologico, ma purtroppo in Italia le famiglie sono poco incentivate a farlo dalle tariffe esistenti, soprattutto se la famiglia è numerosa.  Questo ha imponenti risvolti economici per le famiglie e, su larga scala, sulla società e sull'ambiente: incentivando l’uso dell’auto, si alimenta il traffico motorizzato, con il suo carico gravoso per la qualità dell’aria, di vita e la salute. Bambini e ragazzi non abituati all’uso del mezzo pubblico, diverranno adulti che sceglieranno sempre e solo il mezzo privato, aggravando il traffico già critico in tutte le maggiori città italiane. E il traffico porta con sé inquinamento, malattie, morti (circa 3500 persone muoiono ogni anno per incidenti stradali, tra cui moltissimi bambini! dati Istat). Lo sanno bene in tutta Europa, dove in molti Paesi come Svizzera, Francia, Olanda, Germania...i bambini ed i ragazzi viaggiano gratis sui mezzi pubblici.  LE TARIFFE IN ITALIA: In Italia esistono sconti per famiglie, ma sono poco vantaggiosi e non estesi a tutti i treni e mezzi pubblici e non uniformi tra regioni. Nei dettagli: -          Sui treni regionali i bambini sotto i 4 anni non pagano (ma non hanno diritto al posto a sedere); dai 4 anni a 12 anni esiste uno sconto del 50% o del 30% a seconda delle regioni. Dai 12 anni tariffa piena. -          Sui treni IC Notte e Espressi esiste uno sconto Offerta Familia, che prevede una riduzione del 50% per i ragazzi 4-14 anni e del 20% per gli adulti per nuclei familiari da 2 a 5 persone.  -          Sulle Frecce e Intercity, si applica la tariffa Bimbi Gratis, ovvero i ragazzi sotto i 15 anni, facenti parte di un gruppo familiare 2-5 persone non pagano. Ma l'agevolazione è valida solo se gli adulti pagano la tariffa Base e non è valida per tariffa Economy. Spesso e volentieri quindi l’agevolazione Bimbi Gratis costa di più della tariffa Economy, e non viene sfruttata dalle famiglie in viaggio. -          Nei bus i bambini sopra un metro di altezza, o sopra i 6 anni, pagano la tariffa piena. Ma ogni regione decide le proprie regole.  COSA CHIEDIAMO: Chiediamo alle Regioni di agevolare le famiglie in viaggio, integrando le tariffe di tutti i mezzi pubblici (treni regionali, bus, tram, metro), rendendo gratuiti i biglietti per bambini e ragazzi almeno fino ai 15 anni (compiuti). Un modello positivo è l’agevolazione “Io viaggio in famiglia” della regione Lombardia o l'Alto Adige Pass per bambini e giovani fino 27 anni di età. Chiediamo a Trenitalia di migliorare le offerte per le famiglie, rendendo effettivamente gratuiti i biglietti per bambini e ragazzi (fino 15 anni), nelle Frecce e IC, (indipendentemente dalla tariffa Economy o Base degli adulti che li accompagnano). Anche il trasporto delle bici dei bambini e dei ragazzi nei mezzi pubblici dovrebbe essere gratuito. Questo avrebbe un sicuro ritorno in termini economici, di turismo, di salute e di qualità di vita dei ragazzi e delle famiglie.  Siamo ovviamente disponibili a valutare altre valide alternative tariffarie che rendano economicamente sostenibile viaggiare in treno e mezzi pubblici per le  famiglie.  Incentivare la mobilità sostenibile è una priorità non più derogabile!  

Linda Maggiori
10,430 supporters
Victory
Petitioning Paolo di Laura Frattura

Salvaguardare la tratta Carpinone-Sulmona come patrimonio territoriale, turistico e storico d'Italia.

  La ferrovia Carpinone-Sulmona è una linea curva che unisce l'Abruzzo al Molise, un percorso punteggiato da piccoli paesi, boschi, montagne e parchi naturali. E' la seconda tratta ferroviaria più alta d'Italia e rappresenta una delle numerose potenzialità turistiche italiane. Dopo la chiusura delle corse quotidiane nel dicembre 2011 questa linea aveva assunto peculiarità turistiche grazie al lavoro congiunto di Enti e Associazioni fino alla recente soppressione del servizio. Questa decisione lancia nello sconforto una popolazione che, seppur con grande fatica, aveva finalmente compreso e sostenuto a pieno il progetto di valorizzazione e rilancio di un territorio attraverso un mezzo di trasporto ricco di poesia e storia. Tutti i viaggi della tratta abruzzese-molisana registrano costantemente il "tutto esaurito" riuscendo così a portare un cospicuo numero di visitatori nei territori appenninici. Un turismo consapevole, sostenibile e fortemente interessato alla scoperta delle identità culturali locali, un volano incredibile per piccole realtà schiacciate dal calo demografico e la crisi internazionale. Quest treno non è soltanto un mezzo di collegamento tra luoghi, rappresenta infatti un filo rosso con la storia e le tradizioni, un mezzo in grado di far scoprire aree troppo spesso dimenticate e che, al contrario, rappresentano  le vere peculiarità di un Appennino bello ed affascinante. Migliaia di persone hanno già viaggiato in questi luoghi dalla nascita del progetto ferroviario turistico e le numerose richieste di prenotazioni indicano che questo trend non può far altro che crescere.  Mi rivolgo a tutti viaggiatori della Carpinone-Sulmona, ai suoi estimatori, agli abruzzesi ed ai molisani  che credono nelle risorse inespresse del proprio territorio, a tutti coloro che pensano sia giusto investire in un futuro sostenibile attraverso la valorizzazione dell'esistente come forma di tutela del patrimonio nazionale.  Mi rivolgo inoltre ai Presidenti di Abruzzo e Molise, all'Amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Italiane, al Presidente di Reti Ferroviarie Italiane ed inoltre al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti ed al Ministro dei Beni e attività culturali e turismo perché si tuteli la tratta ferroviaria come progetto sociale, culturale e turistico per la salvaguardia di un intero ambito. La Carpinone-Sulmona è un treno carico di storia, facciamo in modo che non sia solo un ricordo. Aiutateci a salvarla. Grazie, Gianluca Di Lonardo

Gianluca Di Lonardo
2,188 supporters
Petitioning Autorità federali e cantonali - Confederazione Svizzera e Cantone Ticino, Dipartimento del Territorio del Cantone Ticino, FFS , Trenitalia, italo, Luigi Di Maio, Matteo Salvini, Applicazione dell'a...

Autostrada e Ferrovia (TAV) Svizzera - Italia ( Canton Ticino - Lombardia e Piemonte )

Propongo un ampliamento Dell'autostrada A13 da Ascona in Direzione Verbano, con il proseguimento Dell'autostrada nel territorio italiano collegata alla A26 direzione Torino e Genova , e Di Una Ferrovia (TAV) Tutta nuova da Locarno in varie direzioni indicate sotto: ( Locarno “CH” -> Gravellona Toce “IT”) ( Locarno “CH”  -> Briga è tutta la Svizzera Interna ) (Locarno “CH” -> Torino/Milano/Genova )   La motivazione di questa proposta porterebbe molti vantaggi al Canton Ticino che pur troppo ha uno scarso adeguamento delle ferrovie e delle autostrade verso Locarno più turismo e più trasporto merci, Meno traffico sulle strade cantonali di Autotreni e Autobus, meno auto di frontalieri che circolano sulle nostre strade, faciliterebbe import ed export anche in direzione del Canton Vallese e tutta la Svizzera interna e in Italia. •Porterebbe più lavoro in Ticino  •Ci sarebbe un Motivo in più per tenere le officine FFS in Ticino e ampliarle  •Meno inquinamento Acustico e atmosferico tra il Piano di Magadino, Ascona, Locarno, Brissago. E tutti i comuni Italiani •ACCELERARE LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE ENTRO IL 2025 DELLA A13 DIREZIONE BELLINZONA PER RIDURRE INQUINAMENTO E TRAFFICO SUL PIANO DI MAGADINO  #NO SEMAFORI  Far diventare patrimonio dell'Unesco la ferrovia Vigezzina Centovalli, che diventerebbe una ferrovia Turistica come il trenino rosso del Bernina    Condividete con Amici e Parenti su Facebook e se volete con 2.-€ o 2.- fr potete aiutarmi per realizzare questa petizione  Guardate i Video Sotto Nel Link  https://www.youtube.com/watch?v=QxwObgcvt6Q&feature=youtu.be https://www.youtube.com/watch?v=_XUiMncXp7A https://www.youtube.com/watch?v=pCLkE1nT55M https://www.youtube.com/watch?v=YQVrG-AYyII https://www.youtube.com/watch?v=2Xkyyc9PlQA  Seguitemi sulla pagina FB  = https://www.facebook.com/New.Svizzera/?ref=settings

La Nuova Svizzera
1,117 supporters
Petitioning Trenitalia, italo, Reti ferroviarie italiane

Rimborsi 100% per treni in ritardo di un'ora

Ogni giorno in Italia decine e decine di treni partono e arrivano in ritardo, spesso lo accumulano lungo la tratta da percorrere anche se breve, anche se si chiamano Frecciarossa o Italo e i loro biglietti ti sono costati tantissimi soldi. E così arrivi in ritardo a un colloquio di lavoro, ad una riunione, oppure perdi una coincidenza con un altro mezzo di trasporto, o ti rovini le ferie o semplicemente un weekend in famiglia con i tuoi cari che non vedi mai perché lavori lontano da dove sei nato. Infatti sempre più spesso si tratta di ritardi non di pochi minuti, ma di diverse decine di minuti, o addirittura di ore. A cosa serva viaggiare a 300 km all'ora per alcuni tratti della rete se poi impieghi 4 ore e 40 minuti per la tratta Roma-Napoli (come è capitato a me 10 giorni fa) che normalmente si percorre in 1 ora e 10 minuti. E a fronte dei disagi subiti, causati per l'inadeguatezza delle reti ferroviarie, e per la scarsa manutenzione dei treni, ad oggi ti viene riconosciuto al massimo il 50% del rimborso del prezzo del biglietto (che se non acquistato in offerta) ha un prezzo "in seconda classe" che definirei quantomeno importante. Chiedo a tutti di alzare la testa e non continuare a subire in maniera impotente, con passività ma di far valere il nostro tempo chiedendo che sia assegnato un rimborso totale del costo di viaggio a tutti i passeggeri di qualsiasi treno per ritardi superiori all'ora. Questo spronerà sicuramente Trenitalia, Italo e RFI (Reti Ferroviarie Italiane) a migliorare il loro servizio, per non doversi sobbarcare una marea di mancati ricavi dai rimborsi dei biglietti. Grazie a tutti quelli che non si arrendono. 

Fabrizio Di Gregorio
1,107 supporters
Petitioning Trenitalia, Regione Veneto - area tutela e sviluppo del territorio, Presidente della Regione Veneto dott. Luca Zaia, Sindaco di Montebelluna

RICHIESTA DI UN COLLEGAMENTO FERROVIARIO DIRETTO BELLUNO VENEZIA VIA MONTEBELLUNA A/R

Si  richiede alle autorità in indirizzo la possibilità di un collegamento ferroviario diretto,  Belluno – Montebelluna - Venezia   e ritorno, compatibile con gli orari di maggiore flusso di pendolari all’inizio e fine lavoro. Si evidenzia il disagio che comporta il cambio a Treviso in andata a Venezia nella fascia oraria 7.00-8.00 per la mancata coincidenza a Treviso del treno Montebelluna –Treviso con il treno RV Treviso –Venezia delle ore 7.23 e la conseguente necessità di usufruire del treno seguente che comunque non consente di rispettare l’orario di lavoro. In questa fascia oraria l’affluenza dei pendolari che da Belluno e zone limitrofe, in particolare da Montebelluna,  si  recano a Venezia è elevata come dimostrano le firme dei richiedenti.  Per quanto riguarda il collegamento di ritorno da Venezia a Belluno si richiede, vista l’affluenza di pendolari che insistono  sulla fascia oraria 19.00-20.00, l’istituzione di un treno che raccolga tutti i richiedenti interessati a tale tratta risolvendo in tal maniera il disagio provocato dai tanti cambi e dai tempi eccessivamente lunghi di attesa nonchè dal ricorso al proprio mezzo per raggiungere le stazioni di Belluno, Treviso o Castelfranco. Si prega quindi di voler tenere in debita considerazione tale richiesta sperando in un positivo accoglimento della stessa.

Chiara D'Amico
775 supporters