Decision Maker

Massimo Zedda

  • Sindaco di Cagliari

Does Massimo Zedda have the power to decide or influence something you want to change? Start a petition to this decision maker.Start a petition
Closed
Petitioning Massimo Zedda

NO ALLA CHIUSURA DEL CENTRO AREA3 DI MULINU BECCIU - Cagliari

Al Signor Sindaco del Comune di Cagliari, i residenti del quartiere di Mulinu Becciu, insieme ai fruitori e sostenitori del Centro Comunale Polivalente Area3, via Carpaccio 16, venuti a conoscenza della sua chiusura entro il 31 dicembre 2017, rivolgono la seguente istanza. Il Centro Area3 è un luogo di incontro e aggregazione per bambini, giovani, adulti, anziani e disabili. A loro è rivolta, continuativamente da oltre dieci anni, una intensa attività sociale, culturale e ricreativa. Con l’apporto di associazioni e professionisti il Centro svolge un ruolo fondamentale per il benessere delle persone, non solo residenti nel Quartiere, privo o deprivato nel tempo di servizi essenziali (biblioteca, circoscrizione ecc...), ma anche nel resto della Città, verso la quale ha allargato di anno in anno la cerchia dei fruitori. Nella consapevolezza che tale attività debba poggiare su una trasparente e solida base amministrativa chiedono: - che il Centro Area3 rimanga aperto, nelle more dell’espletamento dei necessari atti per l’affidamento della sua gestione. E’ infatti recente e bruciante l’esperienza negativa seguita alla chiusura della circoscrizione di via Carpaccio. - che il Centro Area3 continui ad offrire nel tempo il variegato e consolidato ventaglio di attività di seguito riportato, che ha registrato nel 2017 la frequentazione settimanale di 250 utenti regolarmente iscritti e di 2.000 utenti annuali quali partecipanti alle diverse iniziative: incontri terapeutici- laboratori creativi rivolti ai bambini, ragazzi e adulti servizi di biblioteca corsi di lettura ad alta voce, di musica, teatro, ballo, yoga, ceramica, grafica, parkour, ginnastica dolce, tornei di scacchi per bambini rassegne di film, anche tra cinema e letteratura, con letture e dibattiti Certi di un fattivo interessamento, in attesa di sollecite risposte, porgono cordiali saluti

Comitato contro la chiusura del centro Area3
5,100 supporters
Closed
Petitioning Massimo Zedda, Luisa Anna Marras

Mobilità sostenibile a Cagliari: la pista ciclabile Terramaini-Saline deve essere ultimata

La città di Cagliari presenta molte opportunità per i sempre più numerosi amanti della bicicletta. In particolare nel capoluogo sardo esistono circuiti che, pur avendo necessità di essere opportunamente valorizzati e completati, offrono ai ciclisti la possibilità di fare lunghi e affascinanti percorsi a contatto con la natura. È il caso, ad esempio, della pista ciclabile che dalla zona di Terramaini, costeggiando il canale, arriva alle ex Saline di Stato consentendo agli amanti delle due ruote di proseguire verso l’oasi protetta del parco Molentargius-Saline oppure di dirigersi verso il porto di Cagliari e la nuova passeggiata che arriva fino al molo Ichnusa. Eppure il circuito, che per la sua facilità e scorrevolezza potrebbe essere tranquillamente percorso anche dalle famiglie con bambini, ha una interruzione di circa trecento metri che lo rende molto pericoloso e praticamente inagibile. L’unico collegamento tra la pista ciclabile e le Saline è infatti uno stretto marciapiede che affianca l’asse mediano, un passaggio poco agevole che in alcuni tratti diventa una vera e propria strettoia che rende molto difficoltoso il transito contemporaneo di pedoni e ciclisti. L’amministrazione comunale di Cagliari, come è noto, negli anni scorsi ha implementato le piste ciclabili nell’ottica di una maggiore sostenibilità ambientale. Ultimamente è stato inoltre finalmente ripristinato il servizio di bikesharing, interrotto per lungo tempo. Eppure molto si può e si deve ancora fare per integrare davvero la mobilità su due ruote nel congestionato traffico automobilistico cittadino, purtroppo ancora poco propenso a rispettare gli spazi dedicati ai ciclisti. Il primo importante passo, in attesa di un circuito ciclabile realmente sicuro, completo e integrato nelle vie del centro di Cagliari, è almeno quello di completare e rendere fruibili i percorsi esterni alla città che consentano ad un numero sempre maggiore di amanti delle due ruote di godere del patrimonio naturale rappresentato dall’area umida protetta. Per questo, nel quadro di una auspicabile valorizzazione a fini turistici dell’intera area parco Saline-Molentargius, che risulta purtroppo affetta da un inqualificabile degrado, si chiede a questa amministrazione comunale un primo e significativo passo: quello di completare al più presto il percorso ciclabile che da Terramaini arriva alle ex Saline di Stato trovando una alternativa al pericoloso marciapiede tra il canale e l’asse mediano. Ci si rende conto che lo stretto spazio tra il canale e la strada a scorrimento veloce rende difficoltosa la progettazione di un percorso alternativo, ma l’auspicio è che i validi tecnici del Comune di Cagliari trovino al più presto una soluzione. Per evitare cadute e incidenti e per permettere anche alle famiglie con bambini di godere della incommensurabile bellezza della nostra città.

Alessandro Zorco
2,692 supporters
Closed
Petitioning Luigi Arru, Massimo Zedda, Assessorato all'ambiente, PAOLO FRAU , Guido Portoghese

CHIEDIAMO FONDI E STRUTTURE AL COMUNE DI CAGLIARI PER LA CURA DEGLI ANIMALI RANDAGI

LA SITUAZIONE DEL RANDAGISMO A CAGLIARI E IN TUTTA LA SARDEGNA NON E' SOSTENIBILE. SOLO I VOLONTARI SI OCCUPANO DI REGISTRARE COLONIE, FAR CURARE GLI ANIMALI (SPESSO COMPLETAMENTE A SPESE LORO), OFFRIRE STALLI E CERCARE ADOZIONI. CHIEDIAMO CHE IL COMUNE SI ADOPERI CON URGENZA PER FORNIRE FONDI, MEZZI E STRUTTURE PER RISOLVERE LA SITUAZIONE DEL RANDAGISMO. GLI ANIMALI HANNO DIRITTO QUANTO NOI DI VIVERE, ESSERE CURATI E ACCUDITI AL MEGLIO.  

marta congiu
2,210 supporters
Petitioning Massimo Zedda, Francesco Pigliaru, Paola Secci, CTM S.p.A.

Prolungamento del servizio CTM nella cittadina di Sestu

La cittadina di Sestu ha subito un incremento demografico dall’inizio degli anni 2000. Essa fa parte della città metropolitana di Cagliari, ma, assieme ad altri paesi, non è coperta dal servizio CTM. Questa situazione crea molto disagio e molte famiglie per mandare a scuola i propri figli sono costretti a pagare due abbonamenti diversi per raggiungere il proprio istituto. Inoltre il solo servizio offerto dall’ARST non è più adeguato, perché Sestu ha fatto molti progressi e necessita di un servizio di trasporto più efficiente, anche perché ci sono molti miei concittadini che sono privi di patente di guida e sono costretti a usare i bus.

Emanuele Pintus
633 supporters
Petitioning Sindaco Massimo Zedda, COMUNE DI CAGLIARI

Contro la terribile discriminazione della legge 119/2017

Gent.le Sindaco Massimo Zedda,  Con semplici parole accuorate da mamma, le chiedo di intervenire sulle gravi conseguenze che la legge 119/2017 avrà sui nostri bambini.  Lei Sindaco è sempre in prima linea contro ogni discriminazione, le chiediamo perciò di tenderci la mano e far sì che i nostri figli possano terminare l’anno scolastico insieme ai loro compagni e maestre e non vengano allontanati dalle rispettive scuole.  Il caos burocratico generato intorno ad asl e scuola lascerà fuori dalle aule anche chi ha richiesto formale appuntamento, ma non ha ancora ricevuto risposta.  I danni morali saranno enormi, e le chiedo perciò di intervenire in modo tempestivo e considerare quindi l’anno in corso come di transizione.   

Barbara Cabras
394 supporters
Petitioning UNESCO, Sergio Mattarella, Laura Boldrini, Francesco Pigliaru, unesco italia, Massimo Zedda

La Donna come "Patrimonio dell'Umanità"

Costituzione di un comitato promotore per il riconoscimento ideale della Donna come Patrimonio delle società civili  con ricadute reali in termini di attivazione moltiplivativa di operatività culturale etica e sociale, nella piu larga scala possibile, in merito a iniziative e progetti rivolti a sensibilizzare ed educare alla Non- Violenza come modelllo, strumento o modalità di relazione interpersonale. È una proposta audace, ma fino a un certo punto, sai? Pensa che potrebbe essere un sacro deterrente laico, non religioso, da cui far partire mille e mille iniziative su un percorso definitivo e inequivocabile e non strumentalizzabile, di educazione alla non violenza di genere , ma anche di contenimento e sconfitta sociale di tutte le forme di violenza nell'approccio socio-relazionale. Proprio perché la violenza su una donna è una violenza su chi genera vita. In tutte le antiche civiltà non è mai venuto meno il rispetto della donna, vista come Madre, Dea della Terra, sulla Terra, come sorgente di vita e fertilità (De Martino). E nella storia del cristianesimo l'unico segno di un inversione è data dalla illuminata definizione di "Dio Madre" di Papa Luciani, fermato a soli 33 giorni di pontificato.( Orazio Petrosino, Vaticanista). Superando, sul piano della laicità antropologica , anche incomprensioni e barriere imputabili a visioni più "ristrette", come detta la scienza della antropologia sociologica.

Domenico Renna
301 supporters
Closed
Petitioning Massimo Zedda il sindaco di Cagliari

Via Roma una Galleria d'Arte a Cagliari

alla cortese attenzione di Massimo Zedda Egregio Signor Sindaco, nato a Cagliari e residente a Parigi da più di 40 anni, non ho mai dimenticato la mia città, ed ultimamente, attraverso le due associazioni Sardonia Italia e Sardonia France che avevo creato nel 1993, oltre a creare diverse pubblicazioni e trasmissioni televisive diffuse su internet, ho creato ultimamente il concetto di "Cagliari je t'aime" e dall'ottobre del 2016 abbiamo incominciato a presentare degli artisti francesi al Lazzaretto (in ottobre del 2016 e nel maggio di quest'anno).Cerco naturalmente di seguire le attualità della città che rimarrà sempre nel mio cuore ed alla quale vorrei poter dedicare le miei migliori energie.Ultimamente la pedonalizzazione della via Roma ha attirato la mia attenzione, forse sopratutto a causa di certi commenti negativi ed inoltre in seguito alle recenti vicende a Barcellona.Ho allora immaginato che il selciato, già prima occupato dalla circolazione automobilistica potrebbe invece accogliere numerose sculture opere degli artisti sardi di cui vi risparmio l'elenco (penso naturalmente a Pinuccio Sciola a Costantino Nicola ma anche a tanti scultori ancora molto attivi in Sardegna).Immagino queste opere disposte accuratamente sul selciato in modo che la popolazione, ed i turisti appena sbarcati, possano deambulare tranquillamente ammirando tutte queste manifestazioni dell'arte e della cultura sarde. Essendo spesso queste opere in pietra oppure in legno, potrebbero rimanere anche durante il periodo invernale (l'autunno e l'inverno non sono cosi terribili a Cagliari, in ottobre vedo ancora numerosi bagnanti al Poetto).Invece sotto le arcate della via Roma ed in tutte le vetrine dei negozi e delle attività, potrebbero essere esposte opere pittoriche e fotografiche di autrici ed autori sardi.Immagino inoltre che con il tempo si potrebbero invitare degli artisti di altre nazionalità, penso per esempio ad uno scultore con il quale lavoro spesso cioé Diagne Chanel (vedi il suo sito diagnechanel.com, che ha realizzato ultimamente un'insieme di 42 statue presentate a Dakar in Sénegal dove nacque il padre) ma anche Ousmane Sow, Nicki de Saint Phalle, Richard Serra, Calder, etcetera.Signor Sindaco penso che lei arriva ad immaginare che splendida rassegna potrebbe essere questa esposizione di artisti sardi nella via più importante della città di fronte al porto e pronta ad essere visitata dai numerosi croceristi che incominciano ad affollare le nostre strade e piazze ed avere cosi un contatto diretto con la cultura e l'arte sarda, senza contare che questa arteria potrebbe ritrovare nel cuore dei cagliaritani stetti l'importanza che aveva negli anni cinquanta e che fu soppiantata presso la gioventù dalla più moderna via dante che oggi a perso forse un po del suo splendore "viavenetesco" passato.Signor Sindaco la nostra associazione sardonia si farebbe un onore di partecipare all'organizzazione, alla cura, alla diffusione di questa manifestazione temporanea o permanente come si deciderà.Resto in attesa di una sua risposta e la prego di gradire i miei migliori saluti.cordialmente. P.S. puo' consultare alcuni filmati realizzati all'occasione delle manifestazione di "Cagliari je t'aime" à questo indirizzo: https://vimeo.com/channels/cagliarijetaimeed anche a questo https://vimeo.com/groups/sardoniaed anche a questo https://vimeo.com/channels/notesetpensebeteed anche a questo https://vimeo.com/channels/icilabasetailleurs dove sono raccolti tutti i filmati che noi realizziamo all'occasione dei vernissages dei nostri partners ma anche all'occasione di quelli che organizziamo personalmente.Nel quadro di scambio creato in seno a "Cagliari je t'aime" à partire del 7 settembre prossimo, esporremo all'Abbaye Royale du Moncel le fotografie di Roby Anedda, e le sue opere saranno esposte anche in dicembre a Parigi.   vittorio e. pisuunisvers38, rue des petits champs75002 paristél.+331 42 96 86 72fax +339 56 77 98 74 cell+336 84 44 81 30

vittorio e. pisu
221 supporters
Petitioning Massimo Zedda

Mettere uno Starbucks nel centro di Cagliari

Come noi sappiamo, in tutta Italia e in tutta Europa i turisti e in generale la popolazione ha una tendenza ad andare da starbucks, una catena di Caffetterie molto famosa, la proposta prevede l’apertura di al massimo 2 o 3 starbucks in zone come Via Roma, Le zone centrali vicino a piazza San Benedetto e Castello, per adattare la città al turismo e al resto dell’europa/Italia. personalmente amo andare in giro nelle altre città e fermarmi per uno snack o frullato/frappuccino a Starbucks e vorrei che questa comodità ci fosse anche a Cagliari. 

Gabriele Casanova
217 supporters
Closed
Petitioning Massimo Zedda, Luisa Anna Marras, Massimo Zedda

Basta pedoni investiti in via della Pineta 109 - attraversamenti pedonali più sicuri

Vedete il pedone che sta attraversando? Vedete qualche segnalamento? Sono anni che in via della Pineta, in prossimità del civico 109, vengono investiti pedoni che percorrono l'attraveramento pedonale. Feriti gravi e lunghe degenze. La visibilità e il segnalamento sono scarsi, la velocità dei veicoli eccessiva. Nelle ore notturne l'alta velocità degli autobus determina spostamenti d'aria e forti vibrazioni dei sottoservizi che si trasmettono agli edifici. Firma la petizione per installare attraversamenti pedonali rialzati, dissuasori di velocità e migliorare l'illuminazione in prossimità dell'attraversamento pedonale.

Marco Pisano
172 supporters
Petitioning Massimo Zedda

Attraversamenti pedonali rialzati in via Cadello

Numerose persone rischiano, ogni giorno, di essere investite nelle strisce pedonali in via Cadello, a Cagliari. Questo a causa dell'alta velocità con cui le macchine percorrono questo tratto di strada. Con degli attraversamenti pedonali rialzati, con dei dossi, le macchine sarebbero costrette a rallentare, abbassando il rischio nell'attraversamento.

Francesco Serra
96 supporters