Decision Maker

Andrea Romizi

  • Sindaco di Perugia

Does Andrea Romizi have the power to decide or influence something you want to change? Start a petition to this decision maker.Start a petition
Petitioning Andrea Romizi

SINDACO DI PERUGIA, COMUNE DI PERUGIA: VIETARE LA VERGOGNOSA E INCIVILE 'CORSA DEL GALLO'.

Chiediamo ancora una volta - e a gran voce - al Sindaco e al Comune di Perugia di vietare, con apposita Ordinanza di Tutela degli Animali, la vergogna nazionale del Comune di Perugia denominata: "Corsa del Gallo". Che cos'è la Corsa del Gallo?La "Sagra del crostone e corsa del Gallo" è una manifestazione che si svolge tutti gli anni a Strozzacapponi, frazione del Comune di Perugia. Il "piatto" principale di questa "festa" e' a base di interiora di Animali uccisi, ed è inoltre prevista la"Corsa del Gallo", dove vengono utilizzati Animali vivi, cosa sempre assolutamente da vietare: in primis perché gli altri Animali non sono oggetti inanimati, da usare a proprio piacimento, ma sono individui stra senzienti, inoltre, lo spavento causato agli Animali stessi, nonchè il pericolo di cadute e conseguente ferimento (e i Galli cadono spesso, terrorizzati, cercando invano una via di fuga...). Infatti, questa incivile e obsoleta "gara", consiste nel mettere dei Galli su una portantina, una per ciascuna squadra, e la "gara" consiste appunto nel correre con la portantina col Gallo sopra, con evidente spavento degli Animali utilizzati, e la possibilità che si facciano male, cadendo.Gli Animali non sono 'cose' che possiamo usare per il nostro bieco divertimento personale, ma sono esseri senzienti che vanno rispettati, quindi se si vogliono organizzare dei giochi, li si faccia senza usare altri Individui che hanno il sacrosanto diritto di essere lasciati in pace.E' ora di finirla con simili abomini legalizzati, è ora di finirla di "divertirsi" e "festeggiare" a discapito dell'altrui sofferenza. Siamo tutti Animali, umani e non, tutti abbiamo il sacrosanto diritto di vivere in pace su questo Pianeta.Educazione al rispetto nei confronti di tutti gli Individui, senza distinzione di specie, evoluzione e non involuzione!Nel 2018 non è tollerabile per un paese che si autodefinisce "civile", "festeggiare" e "divertirsi" a discapito della sofferenza altrui. Chiediamo al Comune di Perugia, sperando vivamente che sia la volta della presa di posizione: di vietare una volta per tutte "giochi" e "manifestazioni" con uso di Animali, così come è stato già fatto in altri comuni civili ed evoluti con apposite ordinanze di tutela degli Animali; in alternativa, chiediamo che nel Regolamento Comunale per la Tutela e i Diritti degli Animali, sia introdotto il divieto di utilizzo di Animali per qualsiasi tipo di sagra, manifestazione, festa ecc.. cosa che purtroppo a quanto pare non è stata fatta, perché in dirittura d'arrivo nella stesura del regolamento non si vuole introdurre questo divieto, e questo non solo è vergognoso, ma gravissimo. Ripeto evoluzione e civiltà, non siamo nel medioevo, rispetto per tutte le vite. Laleh Rashtian (Attivista per la Liberazione Animale).

Laleh Rashtian
21,610 supporters
Petitioning Andrea Romizi, comune di Perugia

STOP AI CIRCHI CON ANIMALI NEL COMUNE DI PERUGIA

Perugia è una città ricca di storia e cultura, fatta di persone sensibili e intelligenti. Nel 2018 invece è ancora presente in città una barbarie incivile, quasi primitiva, che ogni anno invade la zona di pian di Massiano e del percorso verde; quella dei circhi che utilizzano animali per i loro spettacoli. Gli animali vivono un'intera vita d'inferno, costretti ad imparare stupidi numeri che gente altrettanto stupida (ormai poca per fortuna) va ad ammirare, rinchiusi ed incatenati in piccole gabbie che non gli permettono movimenti naturali, magri e tristi per le condizioni in cui sono tenuti...Spesso i cittadini residenti nella zona ed i numerosi frequentatori delle aree verdi sono costretti a sentire i lamenti degli animali ed a vedere le condizioni disumane in cui vivono, senza poter fare niente. Leoni, tigri , elefanti, zebre ed altri animali esotici vengono strappati alla loro vita e al loro ambiente naturale e resi delle macchine da intrattenimento, un intrattenimento fortemente diseducativo sopratutto per i più piccoli che nel 2018 dovrebbero crescere in una società civile che insegna che gli animali, come le persone, hanno il diritto di vivere liberi nel loro ambiante naturale e che i maltrattamenti in generale sono sintomo di inciviltà.    Nel 2017 è stata approvata una legge sulla presenza degli animali nei circhi e nelle attività dello spettacolo viaggiante. Anche in Italia non si potranno più utilizzare animali in circhi e spettacoli viaggianti, come già succede in oltre 50 Paesi di tutto il mondo. Sarà un “graduale superamento” e su questo impegno, oggi diventato Legge speriamo che il nuovo governo si muova. Con questa petizione chiediamo al sindaco ed agli organi comunali preposti di fare qualcosa di concreto ed ascoltare i cittadini. Chiediamo che non vengano più concesse autorizzazioni per l utilizzo di spazi in città per attività di spettacolo che usano e maltrattano animali. Diciamo definitivamente no al circo con animali nella nostra città, e diamo esempio ad altre città italiane!! Perugia è una città civile ed all avanguardia! 

nicolo Lavoratori
3,460 supporters
Petitioning Andrea Romizi

Canile Sanitario Comunale di Collestrada (PG): Ora Basta! La riqualificazione non può più attendere!!!

Sono oramai anni che il Canile Sanitario Comunale di Collestrada, con i suoi tanti ospiti e con tutto il personale sanitario e non, attendono la ristrutturazione dei locali oramai fatiscenti. Questa ristrutturazione, da anni necessaria ed auspicata anche da organizzazioni importanti come la LAV, è stata tante volte promessa dagli organi politici che si sono alternati alla guida del Comune di Perugia ma, purtroppo, ad oggi le promesse fatte non hanno mai avuto un seguito serio e dignitoso sia per i tanti ospiti della struttura che per il personale che, comunque sia e nonostante tutto, lavora con professionalità e devozione. Anche l'attuale amministrazione politica nella persona del suo Vice Sindaco Urbano Barelli, ha tante volte promesso una presa in carico della situazione che come si può facilmente leggere anche dai tanti articoli di giornale recuperabili sul web, è da anni dichiarata "Improrogabile".Infatti, mancano le sezioni indispensabili al funzionamento della struttura sanitaria, come le aree d'isolamento per le malattie infettive o le aree dove ospitare i cani impegnativi che vivono già una situazione di sofferenza a causa della necessità dell'isolamento, mancano farmaci anche di ordine comune come gli antiparassitari, sedativi pre- anestesia o fili per le suture e purtroppo molto altro ancora.Chiunque entri dentro la struttura ha immediatamente il ritorno di una situazione inaccettabile che mortifica la dignità e l'immagine del nostro territorio così come la professionalità e la passione con cui il personale, lasciato vergognosamente solo dalle istituzioni, accoglie i suoi ospiti e risponde alle tante necessità dei tanti cittadini che a loro si rivolgono!! Claudia Stefanelli, Ass. Libera ... Mente

Claudia Stefanelli
2,269 supporters
Petitioning Andrea Romizi, Sindaco di Perugia, Luca Barberini, Assessore Regionale alla Tutela della Salute e ai Servizi sociali, Edi Cicchi Assessore comunale ai Servizi Sociali, Famiglia, Edilizia Pubblica, ...

Macchine Scambia-Siringhe a Perugia

L’Umbria per il primo semestre del 2018 è la regione con il tasso di mortalità più elevato per i decessi da overdose, dato in controtendenza rispetto al 2017 che evidenziava una diminuzione rispetto agli anni precedenti. A Perugia si avverte sempre di più il disagio dei cittadini nel ritrovare aghi e siringhe abbandonate in luoghi pubblici alla portata di tutti. I provvedimenti adottati in risposta al fenomeno – perlopiù repressivi – hanno il solo effetto di marginalizzare ulteriormente persone già escluse, e non comportano una riduzione del rischio di trasmissione di malattie infettive a noi tristemente note quali HIV, epatite B e C, che possono interessare tutta la popolazione. Il problema richiede una soluzione pratica e pragmatica. Chiediamo pertanto l’installazione in città di una rete di dispositivi scambia-siringhe che integrino gli interventi dei servizi già presenti sul territorio. Cosa sono i dispositivi scambia-siringhe? Sono dei distributori automatici che erogano una siringa nuova e pulita in cambio di una usata e sporca, evitando così la dispersione di aghi potenzialmente infetti nell’ambiente urbano e contribuendo efficacemente a prevenire un possibile contagio. Programmi di riduzione del danno che coinvolgono apparecchi scambia-siringhe sono stati sperimentati con successo in Europa e nel mondo. Ogni siringa inserita è una siringa che non verrà riutilizzata (con conseguente rischio infezione) né finirà a terra in un parco o nei pressi di una scuola.

Circolo arci Island
697 supporters