Maggiore prestigio per i docenti della Scuola Pubblica

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Attualmente e' in corso un attacco diretto sia al mondo della Scuola sia a quello dell' Universita' e della Ricerca, soprattutto per motivi legati alla crisi economica, ma anche perché i politici in genere sottovalutano l’ importanza di queste due istituzioni, cruciali per la creazione e lo sviluppo di una società moderna, florida e basata su sani principi.

La società italiana tutta e gli stessi docenti della scuola percepiscono come un  segno di calo del loro prestigio il perpetuarsi di una condizione economica sfavorevole rispetto ad altre professioni altrettanto importanti e impegnative, ed anche rispetto agli stipendi percepiti dai loro stessi colleghi in altre nazioni.

D’altra parte, i tagli fatti all' Universita' mettono attualmente in pericolo la possibilità di mantenere ad un livello di eccellenza la didattica e la ricerca universitaria italiana, anche perché spesso si traducono in una cronica carenza del personale universitario rispetto ai carichi di lavoro da sostenere, determinato anche da una drastica diminuzione del suo turn-over.

Si propone che i docenti di scuola secondaria che abbiano maturato anche esperienze significative di ricerca e didattica universitaria in modo certificabile, possano essere distaccati presso l’Università per un quinquennio rinnovabile, adeguando il loro stipendio per tutto il periodo di ricoprimento delle nuove mansioni a quello di un professore universitario associato di pari anzianità. Occorrerebbe prevedere anche un possibile rientro nella loro scuola di titolarità nel caso di mancato rinnovo o termine del quinquennio, con uno stipendio ricondotto a quello di un normale docente di scuola secondaria ma valutando il doppio gli anni di servizio maturati in ruoli superiori.

Questo apporterebbe nuova linfa in termini motivazionali e professionali al personale docente delle scuole italiane, ed in particolare a quelli tra loro che hanno dedicato parte della loro vita professionale alla ricerca scientifica, in un momento in cui è giusto dare un segnale forte a tutta la società ed a tutti gli insegnanti che i loro sacrifici non passano inosservati, che il loro lavoro è un bene prezioso di tutta la Nazione, e che il merito, quello vero, viene sempre infine riconosciuto!

Inoltre avrebbe un effetto educativo positivo su tutta la cittadinanza, in quanto sottolineerebbe, oltre all'importanza della funzione del docente, anche il valore della ricerca scientifica e dell'impegno personale, troppo spesso sottovalutati!



Oggi: Giuseppe conta su di te

Giuseppe Corrente ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Valeria Fedeli: Maggiore prestigio per i docenti della Scuola Pubblica". Unisciti con Giuseppe ed 578 sostenitori più oggi.