Basta torture di animali, bruciati, accecati, costretti a lotte clandestine a Palermo

0 hanno firmato. Arriviamo a 50.000.


Torture di animali a Palermo Chiediamo al governo di posizionare telecamere e disporre servizi di sicurezza, presenza di persone , militari, meglio se donne, nei quartieri Albergheria Magione, Zen e Ballaro' per evitare abusi di minori, ma anche torture di animali , animali accecati, bruciati, fatti a pezzi vivi,  e lotte clandestine di cani. E che queste azioni siano condannate penalmente.

Medico  scolastico a Palermo. Quartiere centrale, fra corso Tukory e la Stazione

Ieri una bimba della prima elementare di una scuola vicino l'ospedale dei bambini mi ha raccontato ridendo soddisfatta, che ha visto dei ragazzi torturare un gattino.


Letteralmente, gongolava, ed anche mimava la scena, " gli stavano cavando gli occhi" Un orrore. Un mostro la bambina.

Tempo addietro un altro bimbo della stessa scuola ha raccontato che il patrigno e' rientrato a casa con un pittbul torturato, l'ha lanciato dal balcone , poi e' sceso, l'ha messo in un sacchetto e gettato in fra i rifiuti.

Non credo si debba continuare con questo orrore. La gente che fa questo non e' degna di essere considerata parte della umanita'.

Credo si debba fare urgentemente qualcosa a riguardo. La politica e' anche e soprattutto questo.
 
 Telecamere, allora, in tutti gli angoli ( questo quartiere e' tristemente noto per gli abusi su minori anche piccolissimi) chi tortura gli indifesi va punito e levato dalla societa' civile, , chi tortura gli animali  non si ferma davanti a bambini, anziani, disabili, ed e' un pericolo per la comunita'.

Chiedo la presenza di forze dell'ordine, anche in borghese, possibilmente con delle donne,  che sorveglino questo girone dantesco e mettano fine a questi orrori.

 

 

 



Oggi: Livia conta su di te

Livia Bellina ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "tutti: Basta torture di animali, bruciati, accecati, costretti a lotte clandestine a Palermo". Unisciti con Livia ed 46.983 sostenitori più oggi.