Vittoria confermata
Diretta a Regione Sicilia, Ministero della Salute Regione Sicilia, Ministero della Salute ed a(d) 2 altri

Trovare urgentemente un centro che possa dare cure adeguate alla mamma ustionata.

27.548
sostenitori

Martina Guarascio, figlia di Giovanni Guarascio, l’uomo di 64 anni che si è dato fuoco ieri a Vittoria dopo aver visto vendere all’asta la propria casa per un debito di 10mila euro, lancia un appello – da noi raccolto – rivolto alle istituzioni regionali e allo Stato: “Non lasciateci un’altra volta da soli”.

La madre di Martina, la signora Giorgia Famà, è rimasta gravemente ustionata dopo essere intervenuta per tentare di fermare dal gesto estremo il marito, rimanendo così colpita dalle fiamme. “All’ospedale di Vittoria, la cittadina in provincia di Ragusa, non può essere curata adeguatamente”, racconta la figlia Martina, ma negli ospedali maggiori di Palermo e di Catania, dove sono presenti dei centri ustioni, non ci sono posti disponibili, e così la signora Giorgia continuare a versare in gravi condizioni.

Questa petizione è stata notificata a:
  • Regione Sicilia, Ministero della Salute
    Regione Sicilia, Ministero della Salute
  • Presidente Regione Sicilia
    Rosario Crocetta
  • Presidente Regione Sicilia
    Rosario Crocetta


    Servizio Pubblico ha lanciato questa petizione con solo una firma e ha vinto con il aiuto di 27.548 sostenitori. Lancia la tua propria petizione per creare il cambiamento cui ti preoccupi.




    Oggi: Servizio Pubblico conta su di te

    Servizio Pubblico ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Trovare urgentemente un centro che possa dare cure adeguate alla mamma ustionata.". Unisciti con Servizio Pubblico ed 27.547 sostenitori più oggi.