Tiscali, Ripartiamo col piede giusto e rimediamo agli errori

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Come molti sanno, Tiscali è stato e continua ad essere, seppur giocando un ruolo relativamente marginale, uno tra i maggiori operatori italiani nelle connessioni di rete fissa, sin dai tempi della liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni, contribuendo alla diffusione di internet in tutta la penisola italiana. 

Sono passati ben 21 anni dal 1998, anno in cui Tiscali Italia S.p.A. è stata fondata. 
Un grande passato, un declino, e una timida ripresa, hanno caratterizzato per sommi capi la sua storia. 

Tiscali merita più clienti, e i clienti meritano di più da Tiscali.

Chiediamo quindi, a Tiscali Italia S.p.A. e al C.d'A. , in particolare alla figura di Renato Soru, che:

  • Venga portato il profilo della FTTH GPON-FW da 1000/100 a 1000/200 come quello che vende Fastweb ai suoi clienti, o a 1000/300 come noi stessi su Open Fiber.
    Con le offerte Tiscali e Fastweb sempre più simili, economicamente parlando, il cliente è maggiormente incentivato a scegliere Fastweb, che offre un upload maggiore e gli stessi servizi allo stesso prezzo
  • Qualora non fosse possibile (ne dubito) fornire un upload maggiore sulla rete GPON-Fastweb, dare priorità alla FTTH OF/OS 1000/300, perché non ha senso proporre al cliente un servizio inferiore quando ci sarebbe un'alternativa migliore, soprattutto con il recente aumento dei prezzi.
    Prendiamo ad esempio Milano, nella quale da un momento all'altro la OFS è sparita e ora si vende quasi solamente la GPON-F. 
  • Venga aperta la vendita della FTTC in tutti i paesi sardi in cui TIM sta aprendo la vendibilità FTTC in seguito al completamento dei lavori del bando. 
  • Venga aperta autonomamente, o in collaborazione con Fastweb, la vendita della FTTC nelle centrali ULL dimenticate, nelle quali nè Tiscali nò Fastweb hanno ancora il KIT VULA, benchè TIM abbia installato la sede OLT. 
  • Venga permesso, pertanto, ai già clienti ADSL e FTTC, di richiedere l'upgrade con conservazione del numero verso FTTH e l'upgrade a 200 megabit ai già clienti 100 mega. 
  • Venga rivisto il nuovo pacchetto di offerte, che penalizza i venditori con pesanti tagli dei compensi e che invoglia i clienti a scegliere la concorrenza, dato che Tiscali, una volta l'operatore più conveniente del mercato, adesso è allineato ai competitors come tariffe. 
  • Venga aperto dopo infinite proroghe il 4G LTE per le sim mobili. 
  • Vengano potenziate le risorse per le rare linee FTTH VULA TIM, che in alcuni casi soffrono di pesante saturazione oppure, si vocifera, vengano limitate da un QoS
  • Vengano ottimizzati alcuni instradamenti che fanno sprecare preziosissimi millisecondi quando il traffico, per arrivare a destinazione, raggiunge prima un nodo più lontano di quanto lo sia l'origine. Esempio: Reggio Calabria > Palermo > Milano
  • Venga reso facoltativo per tutte le tecnologie il comodato gratuito del modem. Dopo la delibera del Modem Libero non ha più senso vincolare tutti i clienti al comodato d'uso di un modem che qualcuno potrebbe non voler usare. Sarebbe anche un risparmio per l'azienda.
  • Venga permesso, ai clienti dotati di modem Genew di richiedere un ONT in comodato gratuito da sostituire al modem, ai sensi delle decisioni di AGCOM, così da poter usare il proprio apparato. Al limite, sarebbe anche accettabile una efficace conversione del Genew in ONT puro, disabilitando ogni funzione superflua e risparmiando energia. 
  • Venga allestito uno stock di soli modelli universali, compatibili trasversalmente con ADSL, FTTC 35b, FTTH tramite WAN Ethernet o SFP, altamente configurabili per gli utenti esperti, pertanto non blindati lato LAN, oppure con doppia autenticazione, utente base e utente avanzato-root-admin. Tiscali è uno dei provider preferiti dagli utenti avanzati. 
  • Venga riportata tutta l'assistenza a Cagliari, date le pessime esperienze vissute da numerosi clienti con il settore tecnico di primo livello parzialmente esercitato da un'altra regione del Sud Italia e da personale spesso inesperto e maleducato
  • Venga ulteriormente rinnovato il MyTiscali, per mostrare informazioni utili come la data di portabilità del numero per le FTTH, quando la pratica di attivazione di una nuova linea è effettivamente in gestione al tecnico per l'allaccio o la lettera di vettura del modem (e tanto altro ancora).
    Sarebbe molto carino introdurre anche una timeline.  
  • Vengano ripristinati la mappa e la lista dei guasti generalizzati sulla rete Tiscali in tempo reale, inutilizzabili e/o fermi dopo il passaggio alla nuova grafica di assistenza. 
  • Vengano risolti i problemi che riscontrano gli utenti con i modem TG789VAC V2 e DGA4130 riguardanti l'impossibilità di usare servizi VOIP in LAN per via di una errata configurazione dell'ALG e di altri servizi e la mancata visualizzazione dell'ora all'interno del Caller ID, che fa resettare l'orario dei cordless. Questi inconvenienti richiedano lievissime modifiche indolori inoltrabili ai modem tramite il CWMP in pochi minuti, già sperimentate da utenti avanzati che hanno più volte provato a segnalare le soluzioni al servizio clienti senza ottenere interventi massivi. 
  • Venga fornito al cliente un modo automatico e interattivo per conoscere dettagliatamente lo stato del proprio guasto. 
  • Venga reintrodotto il supporto dedicato ai partner e vengano essi dotati di un accesso a una piattaforma CRM commerciale e tecnica diretta.

I cittadini italiani devono avere il diritto di potersi abbonare a uno dei pochi operatori storici, onesti ed economici disponibili sul mercato. 

Se almeno uno di questi punti vi coinvolge o se ritenete giusta la petizione, vi invito a firmare. 

Grazie. 


Vuoi condividere questa petizione?