STOP al divieto sull’educazione sessuale in Polonia!

0 hanno firmato. Arriviamo a 50.000.


Questa settimana al Parlamento Polacco è avvenuto il primo dibattito incentrato sull’iniziativa civica “Fermiamo la Pedofilia”. Il progetto di legge impone un divieto sull’educazione sessuale e la reclusione per gli educatori sessuali. 

Il partito al potere Law and Justice, che detiene la maggioranza al Parlamento, appoggia questa proposta di legge e chiede 5 anni di reclusione per chi educa i bambini e giovani alla sessualità e alla contraccezione. 

Non riusciamo ancora a credere che tutto questo possa essere vero. Delle leggi simili non esistono in nessun altro paese democratico. Nonostante ciò i politici polacchi, con il pretesto di volere proteggere i bambini, hanno intenzione di privare le giovani generazioni di informazioni affidabili sulla sessualità e sull’utilizzo dei metodi contraccettivi. 

Vogliamo davvero che un paese dell’Unione Europea, la Polonia, diventi un paese dove non poter più discutere liberamente e dove i libri vengano vietati? Su quali informazioni i bambini e ragazzi polacchi possono informarsi? 

Vietare l’educazione sessuale attraverso una legge, è un’azione che va non solo contro i diritti di bambini e ragazzi ma impedisce a infermieri, ostetrici, terapisti, fisioterapisti, ginecologi, pediatri e docenti di svolgere il proprio lavoro.

Ci opponiamo con forza a questa proposta di legge e ci uniamo alle organizzazioni polacche nell’esortare i politici a bocciarla immediatamente.  

Ti chiediamo di firmare la nostra petizione e aiutarci a cambiare la situazione che riguarda le giovani generazioni in Polonia.

Più firme raccoglieremo più forte sarà la nostra voce!