Rimuovete il Jobs Act

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Non è concepibile che nel 2017, una persona che voglia realizzarsi sia dal punto di vista lavorativo che personale, debba dover scegliere se avere una vita privata o lavorare fino a 40 e decidere di procreare. Ho cambiato lavoro per trovare una miglior prospettiva di vita, per aver anche un lavoro finalmente a tempo indeterminato. Ma prima di tutto questo, un lavoro che mi permetta di mantenermi e pagare bollette, finanziamento della macchina, spese varie, come tutti!

Ma nel 2017 è più tutelato uno che ha il contratto di apprendistato, che ne una ragazza di 28 anni che rimane incinta con un contratto a tempo determinato. Ovviamente non rinnovato e lasciato scadere. Ma io in quel posto di lavoro ho dato l'anima, ho sacrificato tanto, e anche se era un lavoro che a volte non mi piaceva, l'ho sempre fatto col sorriso! Ma non è tanto colpa del mio datore di lavoro, perché uno guarda anche i suoi interessi, ma questo Job's Act. Eh sì perché se sei una lavoratrice a tempo determinato non hai il diritto come la ragazza in apprendistato che ti si "congeli" il contratto, eh no. Possono lasciarti a casa. Anche se ci sono leggi che a quanto pare lo vietano fino al compimento di un anno di età del bambino, eppure possono farlo. E tu vai a dall'avvocato? No! Se dovessi perdere la causa dovrei pagare anche la controparte. Eh sì come no. Non ho neanche soldi per finire di pagare la macchina. Allora maternità e disoccupazione fino a Maggio. Ma avete un idea di quanto sia umiliante nel 2017 dire mi hanno lasciata a casa perché ho preferito tenermi la mia bambina? Chiedo a voi se è possibile rivedere questo piccolo "disguido", perché non sono né la prima né l'ultima. 

Grazie per l'ascolto

Una neo-mamma disoccupata



Oggi: Alessandra conta su di te

Alessandra Gallana ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Stessi diritti per le neo-mamme a tempo determinato". Unisciti con Alessandra ed 98 sostenitori più oggi.