A tutti coloro che sarebbero potuti Essere

A tutti coloro che sarebbero potuti Essere

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


23 Luglio 2020, Potenza. Tra le 4:15 (orario del suo ultimo messaggio) e le 5:40 (orario del ritrovamento del corpo esanime) moriva Pio. Diciannove anni. Mio fratello gemello.

La Morte di un uomo è negazione del proprio Essere. Annientamento totale, nella peggiore e più materialistica delle ipotesi. E quand'essa sopraggiunge in modo prematuro, innaturale, tutte le possibilità attraverso le quali l'individuo, ormai defunto, avrebbe potuto pienamente realizzare se stesso, in un futuro che non più gli appartiene, vengono recise. 

La Basilica di Santa Croce, a Firenze, è conosciuta anche come "Il tempio dell'Itale Glorie". Questo perché, al suo interno, sono sepolti alcuni dei più illustri personaggi che il nostro Paese abbia mai avuto. E non mancano targhe commemorative per gli assenti. Ebbene, vivendo in una regione dimenticata da tutti, dalla quale non potrebbe essere udito, da chi di dovuto, il flebile eco disperato dei suoi cari, chiedo a tutti voi di firmare questa petizione affinché sia affissa, all'interno di suddetta Basilica, un'umile targa sulla quale sia inciso "A tutti coloro che sarebbero potuti Essere"

Non è un gesto che potrebbe onorare soltanto Pio, bensì chiunque avrebbe potuto avere un brillante futuro, se solo gli fosse stato concesso.
Dietro ogni giovane Defunto avrebbe potuto celarsi un nuovo Galilei, un nuovo Dante, un nuovo Da Vinci...