SIXTHCONTINENT SIAMO NOI

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


SIXTHCONTINENT da quando è arrivato in Italia nel 2016 ha permesso ai consumatori italiani di pagare prodotti e servizi primari, come carburante, supermercati e bollette con i Crediti SXC per un valore superiore a 60Milioni di euro, diventando un prezioso aiuto quotidiano nell’economia famigliare di milioni di italiani.

Nel corso del 2019 una tra le quattro maggiori Società di revisione al mondo, le cosiddette BIG FOUR, incaricata da SixthContinent per eseguire un auto-revisione per prepararsi alla quotazione in Borsa, ha individuato acquisti anomali che hanno permesso alla Società di scoprire una frode compiuta da alcuni Utenti che, oltre ad aver ideato una complessa strategia per monetizzare le offerte presenti su SixthContinent, che sfruttava i punti vendita fisici di alcuni ignari Partners commerciali, hanno voluto diffondere il meccanismo e promuovere a numerosi utenti tramite i social il comportamento frodatorio con il chiaro obiettivo di massimizzare il guadagno e sperare di mangiare i profitti sino ad “uccidere” la Società vittima della frode affinché non potesse denunciare la frode e chiedere la restituzione del maltolto sottratto all’intera Community di Consumatori. Per raggiungere il loro intento, le 19 persone denunciate, hanno anche segnalato all’AGCM che SXC abbia chiuso il loro account senza giusta causa. Le cose, per fortuna, sono andate diversamente, infatti SXC ha scoperto la frode, ha sviluppato funzioni affinché non si potesse più verificare in futuro, ed ha denunciato gli autori della frode. Le perdite economiche sono state di circa 15Milioni di euro, che SXC Italia ha chiesto ed ottenuto immediatamente di coprire con un aumento di Capitale da parte della Capogruppo Americana per tutelare gli interessi di tutti i Clienti e Consumatori Italiani. Si, perché SixthContinent ha fondato il concetto di Profit-Sharing, la condivisione dei profitti, e quindi, se ci sono perdite e frodi, i profitti da condividere vengono a mancare e le famiglie italiane non ricevono più gli aiuti preziosi che SXC ha distribuito e dimostrato di saper distribuire quotidianamente nel corso di 4 anni.

l’AGCM ha emesso un provvedimento nei confronti di SXC che riteniamo errato, perché apparentemente basato sulle mere segnalazioni ricevute, e quindi con questa petizione intendiamo far emergere la completa realtà e testimoniare che SXC condivide da anni i profitti con noi Utenti; vogliamo testimoniare che con i Crediti SXC noi Consumatori abbiamo migliorato la nostra vita nel corso degli ultimi 4 anni; noi consumatori vogliamo testimoniare che qualsiasi atto contro SXC e contro i profitti di SXC è un atto che intacca le risorse condivise con i Consumatori, che oggi, in questa crisi economica, più di prima, sono preziose per la stabilità nostra e delle nostre famiglie; noi Consumatori onesti e silenziosi vogliamo far testimoniare che siamo la maggioranza e vogliamo fortemente che il gruppo di acquisto SixthContinent continui ad essere un aiuto prezioso quotidiano per l’economia famigliare, continui ad operare in Italia e continui ad utilizzare la maggioranza dei profitti per creare contributi per gli acquisti dei Consumatori italiani.

#iostoconsxc