NO AL CODICE DISCIPLINARE-BAVAGLIO DEL COMUNE DI MILANO

NO AL CODICE DISCIPLINARE-BAVAGLIO DEL COMUNE DI MILANO

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 1.000 firme!

Lavoratori Comune di Milano ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Sindaco Giuseppe Sala

La Giunta del Comune di Milano ha deliberato all'unanimità una proposta di nuovo codice disciplinare (n.174 febbraio 2021) pubblicata sulla Intranet. Diverse le novità, rispetto a quello precedente, alcune delle quali limitano le libertà e il diritto alla riservatezza dei dipendenti. L'art. 7 prevede l'obbligo di comunicare al Dirigente la propria adesione a partiti, associazioni, comitati e sindacati, anche quando le attività delle stesse non riguardino argomenti trattati dal proprio ufficio di appartenenza. L'art.13 punisce l'invio di mail o messaggi che possano portare 'turbamento e scompiglio nei colleghi'. L'art.16 impedisce l'utilizzo dei mezzi di informazione, quali mail, blog, siti e social network, anche fuori dell'orario di lavoro e per fini di informazione sindacale. Questo articolo impone il divieto di rilasciare "dichiarazioni pubbliche che vadano a "detrimento dell'immagine dell'Amministrazione" e vieta di rivolgersi alla stampa per "segnalare problematiche, carenze, disfunzioni e anomalie inerenti le attività e i servizi erogati dal Comune di Milano". Si tratta a nostro parere di un evidente attacco alle libertà di espressione, garantite dalla Costituzione, dal Contratto di Lavoro e dallo Statuto dei lavoratori, che censura ogni forma di dissenso. Nessun incontro sindacale, nemmeno conoscitivo, si è svolto pubblicamente prima del voto della delibera. L'amministrazione, quand'anche rendesse noto l'esito delle osservazioni non ha l'obbligo di recepirle. Per chi non ha, o non vuole inoltrare osservazioni SPID obbligatorio abbiamo creato questa petizione on line attivabile con tutti i social. 

Riconquistiamo il nostro valore come lavoratori e lavoratrici che difendono le libertà democratiche di tutti e tutte, come cittadinanza attiva della città di Milano.

Vi invitiamo, a sottoscrivere questo appello: chiediamo il ritiro del nuovo codice disciplinare dei dipendenti del Comune di Milano e la cancellazione degli articoli 7, 12, 16 e 20.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 1.000 firme!