Volpe rifugiata in chiesa uccisa a bastonate a SAN VALENTINO TORIO. Condannate i colpevoli

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Martedì 16 febbraio, una giovane volpe ha avuto la sciagurata idea di avvicinarsi agli umani. Forse per cercare un po' di riparo dal freddo, forse con la speranza di trovare del cibo, ha avuto l'ardire di intrufolarsi dentro una chiesa, la casa di Dio.

In un paese normale le persone sarebbero uscite con calma ed avrebbero chiamato i soccorsi. Il panico delle persone terrorizzare dalla pericolosa belva ha invece spaventato la povera volpe che ha iniziato a correre e saltare ovunque.

Qualcuno è entrato in chiesa ed ha iniziato a prenderla a bastonate.

I gemiti e i guaiti della povera creatura non hanno spinto nessuno dei presenti a fermare la mano del carnefice. I pavidi scappavano, i vili guardavano e qualcuno colpiva. Le bastonate continuavano, nonostante l'intervento del Parroco che è riuscito a farla fuggire. Il lamento della povera creatura era sempre più flebile, sino a che è morta, tra la chiesa e la Villa Comunale nel modo più atroce che si possa morire.

Neanche gli animali da macello vengono uccisi in questo modo.

Le Forze di Polizia hanno il nome di una di queste persone che col suo comportamento disumano ha violato la legge in più punti. Addio Foxy. Perdonaci.