Vittoria

Chiediamo l'annullamento della delibera n. 158 dell'11/11/2014 approvata dalla Giunta del Comune di Bagni di Lucca

Questa petizione ha creato un cambiamento con 1.066 sostenitori!


Faccio parte di un'associazione scout laica, il CNGEI e, insieme ad altri adulti iscritti, nel 2006 abbiamo costituito un gruppo scout, trasformatosi in Sezione nel 2011, nel territorio di Borgo a Mozzano. Dopo numerose vicissitudini abbiamo ottenuto una sede (in affitto) a Chifenti che ben presto è risultata piccola per il numero degli iscritti che stava aumentando. Nel 2013 le Ferrovie concessero in comodato d'uso al Comune di Bagni di Lucca, la stazione di Fornoli affinchè alcune stanze, fossero concesse alla nostra Associazione ed è lì che noi trasferimmo il Reparto, cioè i ragazzi e le ragazze dai 12 ai 16 anni. Nel frattempo la nostra Sezione è stata iscritta nel registro regionale delle APS (Associazioni di promozione sociale), è cambiato il Sindaco e tutta la Giunta con le ultime votazioni e adesso il Comune di Bagni di Lucca vuole rescindere anticipatamente il contratto stipulato con noi, sulla base della delibera che ha assunto la Giunta con la quale si sotiene che: "è emerso che le funzioni di carattere aggregativo e sociale citate nell'art. 2 del contratto stipulato con le Ferrovie dello Stato non sono state espletate e che la struttura è in realtà utilizzata come magazzino". Con questa motivazione l'Amministrazione Comunale ha dimostrato, oltre ad una chiusura mentale disarmante, di non conoscere minimamente il metodo educativo scout che prevede l'imparare facendo, il trapasso delle nozioni, la necessità dell'attività all'aria aperta. Gli scout, se possono, non svolgono le attività dentro una stanza ma possibilmente vanno fuori e le sedi servono per quei momenti in cui il tempo non consente lo0ro altra scelta. Spesso abbiamo abbiamo ospitato altri scout, sia cattolici che laici, che venivano per fare rafting lungo il Serchio. Abbiamo svolto attività sul territorio, collaborato con altre Associazioni, coinvolto gli adulti,..... Adesso siamo più di 70 tra adulti e minori e abbiamo iscritti che provengono da tutto il territorio della Mediavalle, da Lucca e persino da Camaiore. Perdere quelle stanze su cui abbiamo investito, per le quali i ragazzi e le ragazze hanno lavorato tanto per renderle accoglienti, sarebbe per noi un danno enorme.

Se l'Amministrazione Comunale di Bagni di Lucca vuole far chiudere gli scout, lo dica apertamente e si assuma la responsabilità di cacciarli proprio da quel territorio in cui, più di 100 anni fa, nacque lo scautismo in Italia.

Noi ci opporremo con tutti i mezzi in nostro possesso e con lo stile scout che ci distingue ma vi chiediamo di non lasciarci soli e di sostenerci; mandate al Comune un fax al numero 0583 809937 con il quale chiedete l'annullamento della delibera, fate sentire la vostra voce, FIRMATE QUESTA PETIZIONE!

La fotografia è di una parte della stanza che, secondo l'Amministrazione, viene adibita a magazzino!



Oggi: Barbara conta su di te

Barbara Serfogli ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sindaco di Bagni di Lucca: Chiediamo l'annullamento della delibera n. 158 dell'11/11/2014 approvata dalla Giunta del Comune di Bagni di Lucca". Unisciti con Barbara ed 1.065 sostenitori più oggi.