STOP al POLISTIROLO come materiale per il settore ittico, serve una alternativa!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


E' sotto gli occhi di tutti che il polistirolo rappresenti un problema la cui gravità impone una azione concreta di contrasto e risoluzione.

Su tutta la costa italiana, isole comprese, si riversano ormai da anni tonnellate di polistirolo, il materiale di cui sono composti i contenitori utilizzati dai pescatori per mantenere il pescato fresco ad una temperatura ideale.

Galleggia in quanto molto leggero e ad ogni mareggiata finisce sulle spiagge, dove l'azione degli agenti atmosferici ed il passare del tempo lo deteriorano fino al punto di disgregarsi in particelle minuscole, della grandezza di un granello. L'impatto è devastante, sia per l'ambiente (servono svariate decine di anni per la decomposizione totale) che per la fauna; di riflesso anche per l'uomo in quanto i piccoli frammenti vengono facilmente ingeriti da uccelli e pesci, entrando nella catena alimentare umana.

E' giunta l'ora di dire basta al polistirolo, il materiale tra i più presenti nei mari e nelle spiagge insieme alla plastica. Per il settore ittico urge un materiale alternativo, ecocompatibile e che segni finalmente una vera svolta! Ne va della salute nostra, dei nostri figli e del nostro pianeta!