Il mio voto vale!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Caro Presidente della Regione Lombardia Dott. Attilio Fontana,
sono fiera di essere disabile.
Fiera di non aver votato una persona come lei che, pur in una posizione di potere è capace di insultare una delle fasce deboli del Paese, invece che aiutarle.
Le ricordo che persone con disabilità che lavorano e non, come i cittadini non disabili Italiani, le permettono di prendere uno stipendio che le viene pagato con le tasse di tutti, senza alcuna distinzione. Mi dolgo che ancora nel 2020 si faccia discriminazione sulla disabilità.
Le ricordo che un giorno potrebbe anche lei far parte della categoria dei disabili, che impropriamente ha citato con accezione negativa (anche se la frase e il concetto fosse stato manipolato dai giornalisti, non avrebbe dovuto citare o usare parole discriminanti). Anche lei diventerà prima o poi anziano, avere bisogno di aiuto, ma qualcuno la potrebbe definire in modo sprezzante "disabile".
Mi piacerebbe farLe vivere in prima persona cosa significa essere disabile e affrontare le difficoltà quotidiane. La vita è maggiormente complessa per chi ha una disabilità temporanea o meno, bisognerebbe avere più rispetto di queste donne, uomini e tutto quello che circonda questo mondo (cargivers inclusi, dato che in Regione sono stati prontamente tagliati i fondi alle famiglie).

Arrivare a discriminare delle persone,  per propaganda elettorale, che per altro hanno esercitato il proprio diritto di voto è un mezzo alquanto becero e non rispettoso delle persone con disabilità.
Il rispetto per il prossimo è una delle basi dell'intelligenza e dell'empatia di una persona. Cosa che lei, non se la prenda per queste mie parole scritte  con estremo rispetto, dimostra di non possedere: né rispetto, né intelligenza né empatia.

Spero di non venire mai più discriminata da un rappresentante dello Stato Italiano. Perché le ricordo che lei nella posizione in cui si trova attualmente rappresenta lo Stato e i cittadini.

Dispiace che lo Stato mi discrimina per la mia disabilità che, non ho scelto ma, di cui vado fiera. La disabilità è una parte integrante di me, è una peculiarità della mia persona, come l'impronta digitale.

Il mio voto vale, come le mie tasse!

Il video che allego è stato usato per una presentazione di un progetto sulla disabilità, che è servito per aiutare altre persone. Contestualmente potrà vedere chi sono. 

Cordiali Saluti 

C.M.B.

#ilmiovotovale
#lovedisability #disabilità #disability #woman #discriminazione