PETIZIONE CHIUSA

Giustizia per il Dalmata di Carugate

Questa petizione aveva 62.491 sostenitori


Succede a Milano, esattamente a Carugate che un Dalmata viene lasciato morire agonizzante tra mille sofferenze nel giardino del suo così detto "proprietario", Il cane è stato letteralmente mangiato dalle larve, poiché si era ustionato a causa di un fuoco acceso nel giardino dal proprietario, lo scorso 15 aprile. Da quel giorno, nonostante la gravità delle ustioni riportate, il cane non è mai stato visitato da un veterinario per essere sottoposto a cure,divorato da una massiccia infestazione di larve di mosca carnaria, attirate dal sangue e dall’odore dei tessuti in necrosi.

Soltanto la segnalazione della vicina all'Ente nazionale protezione animali ha portato alla luce questa storia terrificante. Ma è inutile dire che ormai era troppo tardi. Erano passati 4 giorni di sofferenze e il cane non poteva farcela ed è stato addormentato e soppresso. Il proprietario? Il cinquantenne di Carugate è stato semplicemente denunciato.

Voglio fare questa petizione per far sì che ciò non rimanga impunito con la solite denunce e multe insignificanti che portano soltanto alla bestia umana di tornare e far peggio oppure a dare esempio ai loro "simili". Che venga visto come una vera tortura . Una violenza che non può rimanere impunita. Il cane è un essere vivente non deve essere più visto come un oggetto.

Finché la legge italiana lascerà impunito tutto questo, il mondo sarà pieno di criminali e assassini. Perché se uccidere e far del male a degli esseri viventi indifesi rimane impunito, come bambini, disabili e animali, il mondo rimarrà un posto orribile dove nascondersi.  Vogliamo giustizia!



Oggi: Palmina conta su di te

Palmina Zurlo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sergio Mattarella: Basta violenza sugli animali". Unisciti con Palmina ed 62.490 sostenitori più oggi.