[SCHIAVITU' 4.0]-Abroghiamo la legge che permette alle aziende di "spiare" i dipendenti.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Ha fatto scalpore la notizia di Amazon che ha brevettato un braccialetto elettronico per controllare i dipendenti ed aumentarne la produttività. La notizia trapelata dagli USA ha avuto una eco mondiale relativa, tranne che in Italia, dove si è scatenato un vespaio.

Essendo in piena campagna elettorale tutti si sono precipitati ad affermare che il braccialetto elettronico di Amazon non è in regola.

 PURTROPPO QUESTO NON E’ VERO - IN ITALIA LA LEGGE LO PERMETTE.

 

IN ITALIA LA LEGGE CONSENTE DI SPIARE I LAVORATORI?

La risposta è Sì. La norma che regolamenta questo argomento è l’Art. 4 Legge 300. Prima del 2015 questa legge permetteva l’uso del controllo a distanza da parte del datore di lavoro solo per garantire l’integrità dei beni aziendali e la sicurezza dei lavoratori.

 COSA E’ CAMBIATO DOPO IL 2015?

 Grazie alle modifiche di legge introdotte da Renzi con il Jobs Act in Italia è diventato possibile il controllo a distanza dei lavoratori soprattutto per ragioni legate alla produttività aziendale. La principale novità prodotta è che le aziende possono utilizzare strumenti di controllo a distanza per aumentare la produttività dei lavoratori, oltre che per la sicurezza dei beni e del personale.

QUALI SONO GLI STRUMENTI UTILIZZATI PER IL CONTROLLO A DISTANZA?La legge lascia aperta la strada di utilizzo di qualunque strumento indicando in modo generico la possibilità di utilizzo per il controllo a distanza di tutti gli “strumenti dai quali derivi anche la possibilità di controllo a distanza dell'attività dei lavoratori”. Dunque:

  • ·        Telecamere
  • ·        Microfoni
  • ·        Smartphone
  • ·        Tablet
  • ·        Gps
  • ·        App
  • ·        Smartwatch
  • ·        Pc
  • ·        Software

 Dunque ogni nuovo strumento inventato in futuro potrà essere immediatamente utilizzato compreso il braccialetto di Amazon.

 

COSA PUO’ CONTROLLARE L’AZIENDA?

 La legge non indica limiti, ma solo il fine che è come detto, l’aumento della produttività. Per cui le aziende possono controllare potenzialmente tutto:

  • ·        Conversazioni
  • ·        Sms
  • ·        Navigazione Web
  • ·        Posizione Gps
  • ·        Fotografie
  • ·        E-mail
  • ·        Rubrica telefonica
  • ·        Parametri vitali

Questi sono solo alcuni esempi. L’unico limite è indicato dal fatto che l’azienda deve comunicare al lavoratore cosa controllerà, ma il dipendente non può rifiutarsi di essere controllato.

 COSA DEVE FARE UN AZIENDA PER “SPIARE” I PROPRI DIPENDENTI?

La legge prevede un accordo con i sindacati, ma “In mancanza di accordo, gli impianti e gli strumenti di cui al primo periodo possono essere installati previa autorizzazione della sede territoriale dell'Ispettorato nazionale del lavoro” dunque sarà direttamente il ministero a concedere l’autorizzazione.

 CI SONO AZIENDE ITALIANE CHE HANNO AVUTO QUESTE AUTORIZZAZIONI?

 Sì, le aziende autorizzate al controllo ai fini della produttività con e senza accordo sindacale sono numerose e anche di grandi dimensioni, abbiamo in nostro possesso la documentazione che lo attesta.

 COSA PUO’ FARE UN DIPENDENTE PER SOTTRARSI A QUESTI CONTROLLI?

 Niente, addirittura la manomissione o alterazione di tali strumenti aziendali configura la possibilità di licenziamento.

 MA IL BRACCIALETTO ELETTRONICO SARA’ SOLO PER I LAVORATORI AMAZON?

Amazon ha brevettato un prodotto che potenzialmente potrà essere commercializzato. Lo hanno brevettato per poter controllare il lavoratore lasciandogli le mani libere di lavorare, dunque potrà essere usato da un’ampia gamma di lavoratori.

  •          Operai
  • ·        Autisti
  • ·        Magazzinieri
  • ·        Tecnici
  • ·        Infermieri
  • ·        Medici
  • ·        Cassieri
  • ·        Contadini
  • ·        Segretarie
  • ·        Commessi
  • ·        Farmacisti
  • ·        Postini

 Sono solo alcune delle possibili “vittime”, ma per gli altri la legge comunque prevede il controllo tramite gli strumenti già indicati estendendo l’uso a praticamente tutti i lavoratori dipendenti.

 

COSA POSSIAMO FARE PER SALVARCI?

 L’unica possibilità che abbiamo è FAR CAMBIARE LA LEGGE riportandola alla precedente stesura che vieta il controllo a distanza ai fini di produttività. Dobbiamo obbligare il nuovo parlamento a modificare questo abominio.

                            PER QUESTO DEVI FIRMARE LA PETIZIONE

 

 DEVI CONDIVIDERLA - SUI SOCIAL – VIA MAIL – WHATSAPP – SMS-                                                            FACEBOOK - TWITTER.

 

PER FARE PRESSIONE DOBBIAMO RACCOGLIERE ALMENO 10.000 FIRME.NON E’ UNA BATTAGLIA POLITICA E’ UNA BATTAGLIA PER LA LIBERTA’ DEI LAVORATORI ITALIANI.

                           IL TRENO DELLA SCHIAVITU’ E’ GIA’ PARTITO. 

QUANDO TI METTERANNO IL BRACCIALETTO NON AVERE IL RIMPIANTO DI NON AVER FIRMATO LA PETIZIONE PER FERMARE QUESTO ABOMINIO.



Oggi: InformazioneNuova conta su di te

InformazioneNuova ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "[SCHIAVITU' 4.0]-Abroghiamo la legge che permette alle aziende di "spiare" i dipendenti.". Unisciti con InformazioneNuova ed 288 sostenitori più oggi.