Covid-19. In Abruzzo niente quarantene per i docenti. Fermiamo questa deriva!

Vittoria confermata

Covid-19. In Abruzzo niente quarantene per i docenti. Fermiamo questa deriva!

Questa petizione ha creato un cambiamento con 361 sostenitori!
francesca carusi ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Roberto Speranza (Ministro della Salute) e a

Siamo un gruppo formato da docenti, personale ATA e genitori delle scuole abruzzesi che ritiene gravissime le scelte intraprese dalla Regione Abruzzo con la circolare del Dipartimento Sanità prot. n. 0022436/21 del 22 gennaio 2021 con indicazioni per la gestione di casi e focolai di COVID-19 nelle scuole e nei servizi educativi per l’infanzia.
Dalla circolare si legge: “Nelle scuole primarie e secondarie, e ancor di più negli Istituti superiori, dove sia il docente sia gli alunni in classe devono e possono rispettare le misure di distanziamento e protezione individuale, la sospensione dell'attività didattica in presenza dei relativi gruppi classe, in caso di positività di uno o più insegnanti, risulta ingiustificata. Analogamente, la sospensione dell'attività didattica non deve essere disposta in caso di positività di un operatore scolastico non docente.”
Indicazioni nebulose, ma che vengono già applicate da una settimana dalle Asl delle province abruzzesi in questi termini: se un docente o un ATA risulta positivo al covid-19 in automatico le classi che hanno avuto contatti con loro non vengono poste in quarantena e, analogamente, pure se non contemplato chiaramente nella circolare, se un alunno/a risulta positivo, i docenti o il personale ATA entrati in contatto con loro non vengono posti in quarantena.
Tutto ciò è inaccettabile! Quale sicurezza si garantisce in questo modo nelle scuole abruzzesi? Quale tutela della salute pubblica?
Le linee guida ISS per la gestione di casi e focolai nelle scuole emanate ad agosto 2020, forniscono indicazioni e lasciano alla discrezionalità delle Asl la gestione del tracciamento e dei dispositivi di quarantena al fine di contenere la diffusione del virus. Una discrezionalità da esercitare in virtù di un attento vaglio delle diverse situazioni che si creano caso per caso.
Invece la nostra Regione sembra voler cristallizzare una procedura stabilendo, senza alcuna evidenza scientifica che lo possa sostenere, che il personale della scuola positivo o entrato in contatto stretto con casi positivi non contagerà mai gli alunni/e o non verrà mai contagiato dagli alunni/e.
Dove sono gli studi che dimostrano l’immunità al Covid -19 acquisita dal personale della scuola?
Non ci sono, mentre collezioniamo sempre più esperienza dell’inadeguatezza del sistema sanitario regionale a gestire, con poco personale e poche risorse, una pandemia e il tracciamento dei casi con le istituzioni scolastiche aperte.
Per questo chiediamo il ritiro delle assurde indicazioni contenute nella circolare della Regione Abruzzo.
Vogliamo le risorse adeguate per il rispetto dei protocolli di tracciamento e screening periodici, cura e attenzione per la scuola e la salute pubblica! Mettere in atto protocolli standardizzati non farà che aumentare i rischi invece di ridurli, portandoci inesorabilmente verso la perdita definitiva del controllo dei casi.

2 febbraio, 2021

Promotrici e promotori:
Francesca Carusi
Carolina Versi
Manuela Fusilli
Filomena Papola
Roberto Forcucci
Maria Di Domenicantonio
Paola D'Angelo
Ernesto Caranci
Corrado Di Sante
Loredana Genovesi
Federica Petti
Alessandro Di Zio
Antonella Muzi
Antonella Gentile
Concetta La Rosa
Valentina Palmitesta
Valeria Argentieri

Vittoria confermata

Questa petizione ha creato un cambiamento con 361 sostenitori!

Condividi questa petizione