Raddoppio stradale della S.S.7 "APPIA" - Matera-Ferrandina

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Egr. Presidenti, Ministri, Assessore Regionale e Sigg. Sindaci, premesso che:

-        Con ultima richiesta, avente pratica numero 543176 del 05/12/2017 alle 19:35:51 - segnalazione Chat (risposta dell'Ente in data 27/12/17), in merito alla richiesta di informazioni di adeguamento a n.4 corsie del Collegamento Mediano Murgia-Pollino, l'A.N.A.S. comunicava quanto segue:
"Sono state recentemente consegnate le attività attinenti ai servizi di progettazione relativi all'aggiornamento del progetto preliminare, attivate a causa di richieste degli Enti Locali che hanno comportato la necessità di modificare e rivedere le ipotesi progettuali precedenti". 

La risposta non fornisce le tempistiche precise sulla situazione dell'eventuale cantierabilità; inoltre è stata ripetuta la stessa domanda, nella comunicazione di settembre, inerente quale motivazione degli Enti avesse portato all'ulteriore progettazione (finanziato in 4,3M€), senza riscontrare alcuna risposta da parte dell'Ente;

-         Con richiesta inviata all'A.N.A.S sulla situazione progettuale esecutiva, in merito alla pratica con numero 530720 del 25/09/2017 alle 11:49:09 (risposta dell'Ente in data 23/10/17), "si comunica che il contratto relativo alla progettazione in argomento è in corso di perfezionamento.
Nelle more della stipula del contratto, sono in corso le attività propedeutiche alla progettazione. I 180 giorni decorreranno dalla consegna dei servizi.
Tali procedure sono state attivate a causa di richieste degli Enti locali che hanno comportato la necessità di modificare e rivedere le ipotesi progettuali precedenti.
L'attività progettuale prevista consiste nell'adeguamento in sede a una corsia per senso di marcia nel tratto Gioia del Colle e Matera e nella realizzazione del By pass di Matera con carreggiate separate a due corsie per senso di marcia".

Viene assodata solo questa situazione per quanto concerne la 4 corsie per Matera senza determinare se ciò avverrà sino a Ferrandina, passando per Miglionico e Pomarico.


-         Con richiesta inviata all'A.N.A.S sulla situazione progettuale esecutiva per la strada statale 7 che collega Miglionico (MT) con Matera, (pratica n. 505522 del 20/02/17 e risposta ricevuta in data 20/03/2017), l'Ente ha comunicato che non Vi sarà alcun potenziamento a 4 corsie di tale strada;

·         Con, precedente richiesta, esplicita all’Anas del 18/02/2014 e risposta dell’Ente del 18/03/2014 (Risposta pratica URP numero 348719), non Vi è ancora alcuna progettazione esecutiva per l’ampliamento di tale strada, nonostante l’imminente evento Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

·         La Strada Statale 7 è la maggiore infrastruttura della Provincia di Matera, in cui vi è il collegamento di altre strade statali che collegano la regione Basilicata con altre confinati: (SS99 Altamura/Bari – SS655 Bradanica – SP10 (ex SS380 o SS175) Montescaglioso, -  SS106 Jonica – SS407 Basentana;

·          la SS7 “Appia” è la più importante Strada Statale della Provincia di Matera;

·         Vi è da più di 5 anni, un aumento esponenziale del traffico, soprattutto di mezzi pesanti che, in qualsiasi ora della giornata, tendono a rallentare il flusso veicolare, portando a code chilometriche.

·         Citando alcuni Decreti Ministeriali, in risposta del senatore Latronico, il CIPE ha inserito tale collegamento  nel Piano Nazionale per il Sud, approvato con delibera 62 del 2011, come II° tratto e con l’importo di 300M€.I fondi stanziati tengono conto anche della delibera Cipe numero 41 del 2012 con la quale vengono riprogrammate le risorse che si sono rese disponibili alla fine del ciclo di programmazione 2000-2006.

La copertura finanziaria nel dettaglio è così composta: risorse previste dalla legge 488 del 1999 (96 milioni di euro); Fondo Sviluppo e Coesione 2007- 2013 Piano nazionale per il Sud (64,2 milioni di euro); delibera Cipe 142 del 1999 (10milioni di euro); legge numero 64 del 1986 – residuo convenzione Anas Regione (8,4 milioni di euro); finanziamenti Anas (3,12 milioni di euro).  Nella delibera di Giunta che accompagna l’Accordo quadro è stata inoltre inserita una scheda relativa alla realizzazione delle complanari lungo la Matera – Altamura per lavori pari a 4,8 milioni di euro. Soggetto attuatore degli interventi infrastrutturali previsti dall’Accordo di Programma Quadro sarà l’Anas Spa (Autore: Sassiland):

·          nel documento della Regione Basilicata “Piano Regionale dei Trasporti  - Linee Strategiche e Programmatiche” c’è, solamente, una copertura pari a 2,5M€ (100%) per la realizzazione della sede stradale, poiché non Vi è una copertura tale da poter soddisfare i requisiti come nodo strategico;

·         Si sono verificati incidenti stradali, di cui molti gravi e alcuni mortali per via dell’obsolescenza di tale strada, sia dal punto di vista manutentivo che dalla morfologia (presenti in circa 20 km di tratta dossi e cunette naturali che danno l’idea di essere su una giostra volante e, inoltre, la presenza di buche ed infine i fenomeni franosi che interessano tale arteria e che mutano l’aspetto stradale;

·         Questa strada è importantissima dato che al momento Matera, a livello infrastrutturale è in deficit rispetto alle altre regioni (cito solamente la regione Toscana, per quanto riguarda la variante di Valico A1 che va da Barberino di Mugello a Sasso Marconi, sostituisce la già presente autostrada A1 Firenze-Bologna) quindi un doppio ampliamento stradale presente rispetto al deficit lucano.

·         Altresì, sta prendendo piede l’ipotesi della messa in funzione dell’aeroporto Mattei che consentirebbe a molti viaggiatori (turisti e non) di arrivare presto a Matera, anziché raggiungere l’Aeroporto di Bari-Palese “Karol Wojitila”, distante 70km e raggiungibile, attualmente, con i cantieri aperti sulla SS96 Barese in un’ora e quindici minuti; 

·         Per quanto riguarda l’aspetto infrastrutture ferroviarie si ricorda che:

 1 – Ci sarebbe una ferrovia, attualmente ancora incompiuta, che collegherebbe Matera a Ferrandina, per la quale sono stati già spesi circa 200 milioni di euro, i cui lavori sono fermi dagli anni 2000. Si chiede, pertanto, di conoscere un crono programma dettagliato relativo ai lavori e allo stato della progettazione, visto che, non si sa ancora bene quando i lavori riprenderanno e visto l’impegno del governo a finanziare l’opera pari a 210 milioni di euro spalmati sul bilancio nazionale dal 2017 al 2022. Si auspica, inoltre, che si adottino misure tali da evitare che ci siano ulteriori ritardi (es. fallimento dell’azienda appaltatrice come purtroppo già capitato in passato) e che si pensi al prosieguo di tale linea ferroviaria in direzione adriatica valutando, a titolo esemplificativo (come si era pensato in passato) il rifacimento dei binari della Matera - Bari a scartamento ordinario che consentirebbe un’uniformità dell’infrastruttura ferroviaria e una maggiore economicità di esercizio del servizio ferroviario;

2 – I treni che raggiungono la Basilicata (versante tirrenico) sono 2 coppie di Intercity, pochi regionali e una coppia di Frecciarossa, quest’ultima esistente grazie al contributo della regione Basilicata e a dispetto del nome, viaggia ad una commerciale di circa 70/80 km/h nel tratto lucano per via delle scarse performance dell’infrastruttura (curve strette, pendenze importanti e un segnalamento ferroviario da migliorare) nonostante varie promesse non mantenute di interventi per velocizzare la tratta Battipaglia-Potenza-Metaponto-Taranto.

 

Detto ciò

Le chiediamo espressamente, Sig. Presidente del Consiglio, in concomitanza con i Sigg. Ministri e il Presidente Pittella, Assessore Regionale alle Infrastrutture, e Sigg. Sindaci, credendo e sperando di parlare anche per conto dei lucani in generale, di:

·         Considerare che mancano 2 mesi all’evento che potrebbe essere definito mondiale, ovvero MATERA – CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA NEL 2019;

·         Interpellare l’ANAS affinchè con gli enti nazionali preposti e regionali si riesca ad arrivare quanto prima ad un progetto esecutivo/appaltante in modo da poter iniziare nell’imminenza i lavori su tale strada – aggiornare la sezione del sito Anas (www.stradeanas.it - sez. LE STRADE - Sottosezione - LAVORI IN CORSO);

·         intervenire, con tutto quanto in Suo potere e di Sua competenza, per salvaguardare i diritti dei cittadini, e sopratutto di noi LUCANI e di non essere importanti solo per il deposito delle scorie nucleari o per la continua estrazione senza un vero controllo di quanti barili vengano estratti giornalmente in VAL D’AGRI, con annesso inquinamento ambientale e che mette in pericolo la salute di tutti noi lucani .

·         smuovere la coscienza critica dei Sindaci affinchè conservino vivo il senso di appartenenza ad un territorio pregno di risorse ed opportunità.

Vi ringraziamo per l’attenzione e Vi porgiamo i nostri più distinti saluti.

Gruppo "S.S.7 Matera-Ferrandina" 



Oggi: Michele conta su di te

Michele Canterino ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Raddoppio stradale della S.S.7 "APPIA" - Matera-Ferrandina". Unisciti con Michele ed 3.038 sostenitori più oggi.