INTRODUZIONE DEL MATRIMONIO EGUALITARIO - PROPOSTA DI LEGGE

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Il vento del cambiamento sta soffiando sempre più forte in Europa. Nonostante forze di estrema destra vogliano far cadere l'Europa in un passato che non ci appartiene il 30 giugno del 2017 il Bundestag tedesco ha approvato con 393 voti favorevoli e 226 contrari la legge che garantisce l'equiparazione tra il matrimonio contratto tra un uomo e una donna e quello contratto tra persone dello stesso sesso.

UN VERO PASSO DI CIVILTA'.

Il fatto determinante è che non sono state solo le forze politiche di Sinistra a votare  a FAVORE ma anche membri del partito conservatore della Merkel CDU la quale ha lasciato libertà di coscienza.

L'italia non può restare indietro sul tema dei diritti. La nostra Costituzione, diversamente da quanto affermano alcuni, non vieta il matrimonio tra persone dello stesso sesso in quanto una lettura combinata degli articoli 2, 3 e 29 della Costituzione permettono il riconoscimento dell'evoluzione del concetto di matrimonio ormai non più inteso come sola unione tra un uomo e una donna.

La Carta Costituzionale è stata creata per garantire i diritti degli ultimi e la PIENA EGUAGLIANZA;una possibile evoluzione giuridica apportata dal legislatore in tal senso rappresenterebbe proprio l'applicazione dell'articolo 3 comma 2 della Costituzione.

Per questo dopo la legge Cirinnà BISOGNA FARE UN GRANDE PASSO  AVANTI e APRIRE AL MATRIMONIO ANCHE ALLE COPPIE COMPOSTE DA PERSONE DELLO STESSO SESSO.

Per questi motivi, in vista delle prossime elezioni politiche, lancio la sfida proponendo il seguente disegno di legge che sottopongo alla vostra attenzione:

PROGETTO DI LEGGE ( Alessandro Reda)

---Modifiche al codice civile in materia di eguaglianza nell’accesso al
matrimonio in favore delle coppie formate da persone dello stesso sesso--

 

Art.1 ( Matrimonio egualitario)

1. Dopo l’articolo 90 del codice civile è
inserito il seguente:
«Art. 91. - (Matrimonio egualitario). – Il
matrimonio può essere contratto da persone
di sesso diverso o dello stesso sesso con i
medesimi requisiti ed effetti».

Art.2 (Modifiche al codice civile e al codice di
procedura civile)

1. Ovunque ricorrano le parole marito o moglie sono sostitutite con "coniuge".

Art. 3.
(Della filiazione tra persone dello stesso
sesso)
1. Dopo il capo I del titolo VII del libro
primo del codice civile è inserito il seguente:

«Capo I-bis.
DELLA FILIAZIONE NELLE COPPIE
FORMATE DA PERSONE DELLO
STESSO SESSO
Art. 249-bis. - (Della filiazione tra persone
dello stesso sesso coniugate).

– Il coniuge
dello stesso sesso è considerato genitore
del figlio dell’altro coniuge fin dal momento
del concepimento in costanza di matrimonio,
anche quando il concepimento avviene
mediante il ricorso a tecniche di riproduzione
medicalmente assistita, inclusa la
maternità surrogata.».

2. Il genitore che abbia fatto ricorso a tecniche
di riproduzione medicalmente assistita
e che alla data di entrata in vigore della presente
legge risulti aver contratto matrimonio
all’estero con persona dello stesso sesso,
può dichiarare all’ufficiale di stato civile,
che il coniuge è l’altro genitore del figlio,
qualora il matrimonio era già stato celebrato
al momento del concepimento del figlio. La
dichiarazione può essere fatta, nell’interesse
del figlio ad avere entrambi i genitori, dallo
stesso figlio, qualora maggiorenne, o dal tutore
o da un curatore speciale, nominato dal
giudice, o da parte dello stesso coniuge del
genitore. Nei casi di cui al periodo precedente,
prima di procedere alla rettificazione
dell’atto di nascita, viene data notizia al genitore.

 

Come hanno affermato più volte tribunali nazionali  la volontà di contrarre matrimonio con una persona dello stesso sesso non rappresenta alcun pericolo di lesione ad interessi pubblici o privati di rilevanza costituzionale.

Vi chiedo di firmare e condividere questa petizione per portare all'attenzione del prossimo Parlamento un argomento che i politici vorrebbero lasciare nel dimenticatoio.

Alessandro Reda 



Oggi: Alessandro conta su di te

Alessandro Reda ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Prossimo Parlamento: INTRODUZIONE DEL MATRIMONIO EGUALITARIO - PROPOSTA DI LEGGE". Unisciti con Alessandro ed 1.087 sostenitori più oggi.