FCA: Prestito garantito dallo Stato a patto che riporti la sede legale e fiscale in Italia

0 hanno firmato. Arriviamo a 50.000.


Sì al prestito garantito dallo Stato a FCA, patrimonio italiano.
Ma a patto che riporti sede legale e fiscale in Italia, spostandola da quegli Stati che hanno deciso di abbandonare l'UE o pretendono di imporre misure di rigore al nostro paese stremato dal COVID-19.

Che lo Stato conceda il prestito, per il rilancio del paese, ma solo a patto che FCA vi contribuisca concretamente, dato che quel prestito è garantito dalle tasse degli italiani.

Altrimenti che FCA lo chieda a Regno Unito e Olanda. La fusione con Peugeot porterà un AD Francese: che Governo e Parlamento chiedano al Presidente Elkann un'equa contropartita, quale contributo alla risposta contro l'emergenza senza precedenti che vive e vivrá l'Italia.
Che FCA sostenga gli italiani, a cui chiede di garantire 6,3 miliardi di prestito.