IMMEDIATA RIAPERTURA DELLE STRADE PROVINCIALI AQUILANE ALLE DUE RUOTE

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Chiediamo l'immediato annullamento dell'ordinanza n. 10244 del 24/04/2018 che ha ordinato la chiusura ai mezzi a due ruote (moto e bici) di 25 strade provinciali determinando sia una disparità di trattamento tra utenti della strada (le automobili non sono state interdette) sia un enorme danno economico per gli operatori commerciali.

Questi ultimi (alberghi, ristoranti, B&B, agriturismo, attività turistiche), già provati dal susseguirsi di terremoti nel centro Italia dal 2009 ad oggi, che hanno spopolato le aree interne, sono allo stremo delle forze e l'economia derivante dal mototurismo è oggi fondamentale per la sopravvivenza delle loro attività.

La chiusura a ridosso di due ponti ed un fine settimana, con la scusa della sicurezza, ha provocato un fiume di disdette e spinto molti ad evitare l'Abruzzo nell'incertezza della situazione.

Se non si raggiungerà lo scopo entro pochi giorni saranno istituite fortissime azioni di protesta, la richiesta di dimissioni del Presidente Angelo Caruso e il trasferimento del dirigente Francesco Bonanni.



Oggi: Motociclisti Aquilani conta su di te

Motociclisti Aquilani ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "presidenza@provincia.laquila.it : IMMEDIATA RIAPERTURA DELLE STRADE PROVINCIALI AQUILANE ALLE DUE RUOTE". Unisciti con Motociclisti Aquilani ed 4.439 sostenitori più oggi.