Ripristino dello stato di sicurezza delle strade dell’entroterra siciliano

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Migliaia di cittadini dell’entroterra siciliano versano in una condizione che è prossima alla condizione di sequestro. Impossibilitati a muoversi liberamente sul territorio a causa della condizione DISASTROSA in cui versano le strade. Se a questo si aggiunge che alcune di queste strade sono essenziali per il raggiungimento dei presidi ospedalieri e che rappresentano anche le uniche vie di fuga in caso di necessità ... si capisce bene come la condizione sia da paragonarsi a quelle di un sequestro. Tutto questo si consuma nell’assoluto silenzio da parte delle istituzioni preposte al controllo e al mantenimento dell’agibilità dei percorsi stradali. Assistiamo a tentativi di sistemazione che spesso finiscono per creare situazioni più pericolose rispetto alle precedenti  condizioni. Il popolo è stanco e chiede il rispetto dei propri diritti!