Manifesto per la didattica in presenza contro la chiusura delle scuole

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


Otto specialisti di chiara fama e riconosciuti nell’ambito educativo promuovono il manifesto “La scuola è salute!” contro la chiusura delle scuole.
Daniele Novara, Giancarlo Cerini, Roberto Farné, Ivo Lizzola, Raffaele Mantegazza, Anna Oliverio Ferraris, Bruno Tognolini e Silvia Vegetti Finzi lanciano un appello alle Istituzioni e all’opinione pubblica per sottolineare il ruolo imprescindibile della scuola come comunità di apprendimento, luogo di incontro e crescita per bambini e ragazzi, ribadendo la necessità di mantenere aperte le scuole.

MANIFESTO PER LA DIDATTICA IN PRESENZA contro la chiusura delle scuole.

- La scuola è presenza fisica: i corpi sono veicolo insostituibile dell’apprendimento, della comunicazione, dello scambio.
- La scuola è incontro: la relazione per i giovani è l’unico antidoto all’alienazione esistenziale.
- La scuola è un luogo controllato: i protocolli anti Covid nelle scuole sono rigidi e seriamente applicati.
- La scuola è un luogo sicuro: gli indici di contagio nella scuola sono bassissimi.

L’esperienza dei mesi in lockdown ha dimostrato chiaramente che:
- La Dad non è vera scuola: è un surrogato gravemente riduttivo della didattica in presenza.
- La Dad non è democratica: fa crescere gli squilibri sociali e impedisce l’accesso alla cultura alle fasce più basse.
- L’isolamento e la scuola a distanza sono una condizione pericolosa per la salute mentale degli studenti che sono a serio rischio depressivo e di ritiro sociale.

________________________________

Si ringraziano come co-promotori e primi firmatari
Serena Quadrato - prof.ssa Liceo Carlo Tenca di Milano
Mauro Agostino Donato Zeni – Dirigente scolastico Liceo Carlo Tenca di Milano
Sara Ermoli – genitore Istituto Giusti-D’Assisi di Milano