Gli animali devono raggiungere le loro famiglie!!

0 hanno firmato. Arriviamo a 35.000.


Il 22 Marzo 2020 è stato firmato il dpcm che ha introdotto numerose misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale, tra cui il divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi in un comune diverso rispetto a quello in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute [...].

Non rientra tra le eccezioni lo spostamento con fine di adozione di animali, e dunque, a partire da tale data, sono stati congelati tutti i procedimenti che avrebbero permesso il ricongiungimento di tali animali con le loro future famiglie. Conseguentemente sono numerosi i rifugi e i canili che soffrono ora l’enorme disagio di dover ospitare un numero sempre maggiore di animali; situazione resa ancora più intollerabile dalla scarsità di personale in loco, dovuta all'emergenza in atto.

Si chiede dunque, purché vengano rispettate tutte le normali norme igienico sanitarie, comprendenti le distanze minime da mantenere e il corretto uso di dispositivi di protezione individuale quali mascherine e guanti:

Che l’adozione di un animale venga ritenuta motivo valido per lo spostamento della persona fisica.
Che vengano autorizzati al più presto i trasporti transregionali di animali (staffette) che permettono l’adozione degli stessi anche se provenienti da altre regioni.