Affrontiamo l'emergenza materie prime per salvare l'Industria italiana

Affrontiamo l'emergenza materie prime per salvare l'Industria italiana

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!

Confimi Apindustria Vicenza e Confimi Meccanica ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Presidenza del consiglio dei ministri, Governo Italiano e a

L’industria manifatturiera italiana sta affrontando da fine 2020 una situazione mai vissuta negli ultimi decenni. A fronte di una progressiva ripresa dopo il lockdown e l’emergenza pandemica mondiale, si è assistito ad un progressivo e violento aumento del costo delle materie prime, della componentistica e dell'energia. Da alcuni mesi, al problema di prezzo si è aggiunto il problema, ancor più grave, della disponibilità dei fattori produttivi.

Nelle stesse settimane in cui la congiuntura segnala una situazione di ripresa economica, si profila un rischio concreto di blocco della produzione per molte attività per mancanza di materia da trasformare.

Non possiamo permettere di compromettere la ripresa del Paese. Non possiamo accettare di avere portafogli ordini pieni e, contemporaneamente, personale in cassa integrazione per mancanza di materie prime.

Vogliamo chiedere alla politica europea e a quella nazionale di porre questo tema al centro dell’agenda politica. Siamo fortemente preoccupati per la speculazione in atto e per le inevitabili ripercussioni che questa situazione genererà, se non viene affrontata. Auspichiamo che, già a partire dal G20 di Roma, l’Italia chieda di affrontare questa emergenza al Gruppo dei Venti.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!