Legiferare e finanziare per creare il "Sentiero della Bonifica Pontina"

PETIZIONE CHIUSA

Legiferare e finanziare per creare il "Sentiero della Bonifica Pontina"

Questa petizione aveva 3.085 sostenitori
Latina in Bicicletta ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Regione Lazio e a

Vi chiediamo di sostenere questo progetto Salvaciclisti firmando e diffondendo questa petizione. Se fate parte di un'associazione, di un'organizzazione, un'impresa e pensate che questo progetto possa essere d'interesse per la vostra attività scriveteci a latinainbicicletta@gmail.com, mandateci il vostro logo e lo inseriremo in calce al progetto che diverrà così condiviso e simbolicamete co-sostenuto.

Il "Sentiero della Bonifica Pontina" e' un progetto di Latina in Bicicletta ed e' stato inserito all'interno del Comitato Latina Domani, un gruppo di associazioni di Latina (Rinascita Civile, Latina in Bicicletta, Giovani Emozioni, Agesci Latina1, Aria Nuova, I Triangoli) che si riunisce e porta avanti una progettualita' che immagina una città diversa dove natura, cultura, università, ricerca divengono i motori per uno sviluppo sostenibile per tutti: www.facebook.com/LatinaDomani

Noi siamo Latina in Bicicletta e su questo sito vi è spiegato cosa facciamo e dove vogliamo arrivare: http://latinainbicicletta.com/

Quello che segue è il senso del nostro progetto: "Il Sentiero della Bonifica Pontina". Non ci siamo inventati niente, è un progetto semplice da immaginare e da realizzare e sul quale in molti come noi da troppi anni fantasticano. In altre parti d'Italia l'hanno realizzato e le ricadute anche economiche sul territorio sono state immediate. "Il Sentiero della Bonifica Pontina" è un percorso per ciclisti, podisti, cavallerizzi, sportivi, amanti della natura, turisti, lungo 32 Km che utilizzando l'argine del canale delle Acque Medie collega le due perle del nostro territorio: i giardini di Ninfa al lago di Fogliano.

Ogni canale di bonifica del nostro territorio, ogni corso d'acqua, ha al suo fianco, per legge, un sentiero demaniale utilizzato solitamente per la sua manutenzione. Un regio decreto del 1904, già superato in numerose regioni italiane da leggi più attente alla mobilità e allo sviluppo sostenibile, vieta a chiunque, salvo onerosissima autorizzazione stabilita da delibera di giunta regionale 462 del 2010 (oltre 700 euro anche solo per una passeggiata), l'utilizzo di queste arterie di terreno pubblico. Chiediamo all'istituzione Regione Lazio di legiferare per superare il regio decreto 368 del 1904, così come già avvenuto in Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, etc. dove infatti sono stati realizzati meravigliosi percorsi ciclopedonali che seguono i corsi d'acqua, diventati immediatamente anche mete turistiche conosciute in tutta Europa (vedi Il Sentiero della Bonifica in provincia d'Arezzo per esempio: www.sentierodellabonifica.it). Chiediamo altresì di finanziare la realizzazione di quest'opera che essendo comunque un'infrastruttura già esistente avrà costi di attuazione molto contenuti. Si tratta di prevedere l'apposizione di cartellonistica dedicata, organizzare piccole aree di sosta con panchine, mettere in opera un terreno drenante, ma soprattutto finanziare l'ordinaria manutenzione del tracciato per lo sfalcio della vegetazione che permetta il passaggio dei viandanti. Siamo convinti che un'opera così organizzata possa diventare in breve tempo un modello di sviluppo sostenibile non solo per il nostro territorio ma per tutta la Regione così come avviene nelle aree del nostro Paese dove infrastrutture di questo genere esistono già.

PETIZIONE CHIUSA

Questa petizione aveva 3.085 sostenitori

Condividi questa petizione