PETIZIONE CHIUSA

Sì al Piano Anticorruzione per la Polizia di Roma Capitale

Questa petizione aveva 586 sostenitori


Appello di associazioni e comitati per sostenere il Piano Anticorruzione del Comandante della Polizia di Roma Capitale Clemente, oggetto di duri attacchi da parte dei sindacati dei vigili, che hanno annunciato addirittura una raccolta firme per chiedere le dimissioni del Comandante, della vice Raffaella Modafferi e del Sindaco Marino. Il motivo del contendere: la prevista rotazione prescritta da una legge nazionale  del 2012, che prevede un "Piano Anticorruzione"  già  adottato in decine di città italiane come Milano, Firenze e Palermo,  che  riguarda tutte le amministrazioni pubbliche.
 
La  rotazione periodica degli incarichi per ridurre il rischio di  fenomeni corruttivi a cui sono esposti i funzionari pubblici in “prima linea” negli uffici e nei territori,  è  una garanzia  democratica, introdotta   dalla cosiddetta “legge anticorruzione”del 2012. In realtà  l’idea di porre un limite temporale all’espletamento di  un incarico in un medesimo contesto, viene da lontano. A Roma se ne parla almeno dal 1995, vent’anni fa, quando il sindaco Rutelli e il vicesindaco Tocci, dopo l’ennesimo scandalo,  avviarono una riforma della Polizia Municipale, il cui perno era proprio la rotazione degli incarichi. L’idea,  poi naufragata  miseramente, suscitò anche allora una levata di scudi di  vigili e sindacati, che comportò – a leggere le cronache dell’epoca –  proteste e scioperi a ripetizione. Un copione che temiamo possa ripetersi anche ora, dopo aver letto le lettere inviate dai sindacati CIGIL CISL  e UIL al Sindaco e al Procuratore Pignatone  in cui si accusa il comandante di  procurare “un danno di immagine irreversibile” alla categoria.
Carteinregola, Cittadinanzattiva Lazio Onlus, CILD Centro d'Iniziativa per la Legalità Democratica, Roma Nuovo Secolo, Coordinamento Roma Ciclabile, Roma pulita!, Retake Roma, Salvaciclisti, Associazione Questione Morale ritengono  invece che il danno sia quello procurato al bene pubblico da interessi corporativi  e ingiustificati ed esprimono il massimo sostegno al Piano Anticorruzione, riservandosi di organizzare, se sarà necessario, contro- mobilitazioni dei cittadini e della realtà territoriali a difesa delle regole, della legalità e del bene pubblico



Oggi: Carteinregola conta su di te

Carteinregola ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO: Sì al Piano Anticorruzione per la Polizia di Roma Capitale". Unisciti con Carteinregola ed 585 sostenitori più oggi.