Che fine faranno gli spettacoli dal vivo?

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


In questi giorni di chiusura di tutte le attività vi è un settore, che, come tanti altri, sta particolarmente soffrendo il segno di una pesante crisi: gli spettacoli dal vivo.

Concerti, Teatri, Discoteche, Centri d'Aggregazione Culturale, Altre occasioni d'intrattenimento (e quindi tutti i professionisti e gli operatori connessi a queste realtà) sono tutti chiusi e ad oggi non vi sono notizie di una possibile riapertura o anche solo pensare ad una minima ripresa delle attività estive, all'esterno ed in sicurezza.

Il Governo ha varato alcuni provvedimenti rivolti anche al sostegno del settore culturale e d'intrattenimento mentre le TV fanno a gara per tirare fuori dai magazzini tutto il loro importante e dignitoso repertorio.

Si tratta di iniziative importanti ma non basteranno poiché la crisi è sempre più grave e molte persone oggi non sono obiettivamente in grado di arrivare alla fine del mese.

Per questo noi artiste ed artisti vogliamo prendere in mano il nostro destino ed avere la forza di chiedere innanzitutto un sostegno al reddito ovvero un intervento economico, almeno fino al mese di ottobre, simile al reddito di cittadinanza, che consenta a tutte e tutti coloro che non hanno altre entrate o le hanno di natura minima ed irrisoria di poter sopravvivere e di prepararsi alla stagione autunnale quando, si spera, le cose possano migliorare.

Nel contempo noi proponiamo due cose:

  • La disponibilità delle firmatarie e dei firmatari d'offrire le proprie abilità per progetti educativi da trasmettere anche on-line purchè siano ovviamente legati alla propria professionalità.
  • L'emersione dal sommerso, ossia, di quel sottobosco di precariato, che spesso porta le persone progressivamente lontano dal mondo dello spettacolo.

L' emersione vorrebbe anche dire valorizzare le qualità artistiche e anche restituire dignità a chi fa un mestiere affascinante ma allo stesso tempo difficile.

Chiediamo a tutti indistintamente di firmare questa petizione!