Caso della maestra d'asilo di Settimo: ridiamole il suo posto di lavoro!

0 hanno firmato. Arriviamo a 50.000.


Non dobbiamo permettere che la vita privata possa influire su quella lavorativa delle persone.
Non esiste che nel 2020 una ragazza che è appena entrata nel mondo del lavoro debba subire una gogna mediatica del genere, in quanto ognuno nel suo intimo deve essere libero di fare ciò che vuole senza essere giudicato.
Inoltre, un fatto simile potrebbe succedere a ciascuno di noi.

Invitiamo quindi tutti i cittadini di Settimo a riflettere su quanto accaduto e di fare in modo che cose del genere non si ripetano più. Ridiamo il lavoro alla maestra d'asilo licenziata!

Firmiamo tutti questa petizione.