Diritto di istruzione e disabilita'

Diritto di istruzione e disabilita'

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
VALENTINA CARDANELLI ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Patrizio Bianchi (Ministro dell'Istruzione) e a

Sono la mamma di un ragazzo certificato di 14 anni che frequenta la prima classe di un istituto tecnico commerciale; la chiusura delle scuole superiori oltre che recare danni ai ragazzi normodotati crea maggiori disagi e difficolta' nei ragazzi bisognosi di sostegno e con difficolta' di socializzazione. Queste difficolta' si ripercuotono sulle famiglie e sui ragazzi stessi.

La scuola infatti non e' solo un luogo dove si apprendono le materie scolastiche, ma e' un luogo dove si imparano le regole, la socializzazione e la vita, a maggior ragione in questa eta' delicata dove i ragazzi si perdono in cattive compagnie e passano le giornate sui social. 

Per i ragazzi disabili la scuola e' ulteriormente importante in quanto aiuta loro a vivere meglio le proprie difficolta' e a integrarsi nella societa'.

Chi ha bisogno di sostegno non puo' essere lasciato solo a casa, la fatica con cui i ragazzi normodotati apprendono dietro ad un computer per i ragazzi con difficolta' si aggravano.

La scuola e' un diritto di tutti e a tutte le eta', non si puo'  pensare di chiudere le scuole superiori mentre  tutte le altre dai nidi alle medie restano giustamente aperte con le dovute precauzioni, creando una forte discriminazione e disagio sociale.

Questi ragazzi sono il nostro futuro e non si possono lasciare soli ad apprendere le materie e la vita dietro ad uno schermo. Cosi facendo non si aiutano i ragazzi con difficolta' i quali hanno estremo bisogno di stare con i propri compagni e i professori ad apprendere in classe. Chi e' disabile di qualsiasi disabilita' si tratti verra' cosi escluso sempre di piu' dalla societa' e anziche' integrarlo verrà sempre più' isolato. Da madre sono profondamente preoccupata e chiedo che ci sia una parità' di trattamento in tutte le fasce di eta' e che la scuola sia accessibile a tutti senza chiudere gli istituti superiori.

Prendendo in esempio cio' che stanno facendo negli altri paesi Europei ai quali viene data una priorita' alla scuola e all' istruzione io chiedo che lo stesso sia fatto in Italia.

Adottando le stesse precauzioni delle altre scuole e magari differenziando le entrate con orari spalmati in tutta la giornata e  aumentando gli autobus i nostri ragazzi possono avere il diritto di frequentare.

Chiedo quindi aiuto per sostenere la mia richiesta.

 

 

 

 

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!